"Domizia va in Giappone" e vola anche al Salone del Libro di Torino

Non si ferma più la scrittrice bitontina Carmen Rucci, che è già al lavoro per una nuova, interessante opera

Stampa l'articolo

Dopo la fuitina romana fra presentazioni, visite in Ambasciata, diretta radio e sponsorizzazione gratuita di ‘Domizia va in Giappone’ in metropolitana. Dopo circa un mese è stata la volta di ‘Giappone Svelato’ con più di un migliaio di presenze e tanti libri venduti, specie fra gli adolescenti. Qualche giorno dopo arriva l’invito della Regione Puglia di ospitare ‘Domizia va in Giappone’ alla 31a edizione del Salone internazionale del Libro di Torino. Fra le molte iniziative previste giovedì scorso, 10 maggio, nello stand allestito dalla Regione Puglia con ben ventiquattro editori pugliesi, nel pomeriggio si è svolta la presentazioni del secondo libro di Carmen Rucci ‘Domizia va in Giappone’ edito da Favia, con l’abile moderazione di Anna Vita Perrone, responsabile della Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia "Teca del Mediterraneo". Tante le domande, le richieste di foto, i complimenti e le risate: una bellissima avventura conclusasi con una festa apulo-albanese. "Abbiamo spiegato come organizzare un viaggio in Giappone accessibile a tutte le tasche, i luoghi da visitare, i cibi da gustare, le cose da fare e gli errori da non commettere. Tutto questo mentre si è descritta la storia (semi) romantica di due sposini pugliesi alle prese con uno dei viaggi di nozze più rocamboleschi mai letti,” spiega l’autrice. La presenza della Regione Puglia alla 31edizione del Salone internazionale del Libro di Torino è organizzata da Assessorato alle Industrie Turistiche e Culturali della Regione Puglia, Sezione Economia della Cultura e Teatro Pubblico Pugliese.