Smaltimento carcasse animali, proposta di legge Damascelli (FI) per tutela salute pubblica e sostegno zootecnia

Il consigliere regionale: "Il testo che ho presentato mira a garantire la sicurezza della catena alimentare e dei mangimi, e a restituire fiducia ai consumatori, attraverso la verifica, su tutto il territorio regionale, delle cause di decesso dei capi di bestiame"

Stampa l'articolo

“Tutelare la salute pubblica, oltre che consentire il monitoraggio delle cause di mortalità ai fini di un costante controllo epidemiologico e di prevenzione delle malattie animali, garantire la sicurezza alimentare e la salvaguardia ambientale. È questa la ratio della proposta di legge che ho depositato, in cui si prevede che la Regione Puglia, in armonia con i principi sanitari e ambientali stabiliti dall’Unione Europea, intervenga per assicurare lo smaltimento delle carcasse di animali morti nelle aziende agricole attraverso la raccolta, il trasporto e la distruzione, presso impianti di pretrattamento e di incenerimento autorizzati”. Lo rende noto il consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli. 
“In passato - aggiunge - le crisi connesse all'insorgenza dell'afta epizootica, alla diffusione delle encefalopatie spongiformi trasmissibili (come per esempio l'encefalopatia spongiforme bovina) e alla presenza di diossina nei mangimi, hanno messo in evidenza i rischi, per la salute dell’uomo e degli animali, dell'uso improprio e indiscriminato di determinati sottoprodotti di origine animale. Il testo di legge che ho presentato mira a garantire la sicurezza della catena alimentare e dei mangimi, e a restituire fiducia ai consumatori, attraverso la verifica, su tutto il territorio regionale, delle cause di decesso dei capi di bestiame. Sicurezza ma non solo: si tratta di un vero e proprio strumento di sostegno alle aziende zootecniche che devono sostenere costi ingenti per lo smaltimento delle carcasse. Ed è qui, quindi, che si prevedono gli aiuti, con uno stanziamento di 200mila euro e nel quadro di convenzioni da stipulare con l’Associazione Regionale Allevatori”.
“Mi auguro - conclude Damascelli - che i colleghi consiglieri condividano l’esigenza sottesa alla legge e si concluda l’iter di approvazione del testo in tempi rapidi, a tutela della zootecnia pugliese e dei consumatori”.