CALCIO A 5 – Per l’Atletico Bitonto un buon pareggio a Rutigliano: 2-2 contro l’Azetium

I neroverdi di mister Oreste strappano un pari nonostante le assenze. Turno di riposo per le ragazze di Roberta Varano

Stampa l'articolo

Un punto strappato col cuore.

Tornano con un pareggio dalla trasferta di Rutigliano i ragazzi dell’Atletico Bitonto: sul campo dell’Azetium – autentico tabù, dove i neroverdi nel passato sono sempre stati sconfitti – gli uomini di mister Enzo Oreste strappano un 2-2 meritato al termine di un match intenso, giocato con cuore e sacrificio. Una prestazione di grande carattere quella dei bitontini, che hanno dovuto affrontare la gara con numerose defezioni. Ma l’anima, l’orgoglio e l’impegno stoico di tutto il collettivo ha fatto sì che sia arrivato un punto prezioso, sia per la classifica quanto, soprattutto, per il morale. Segno di una squadra viva e che ha pulsioni positive.

La partita. Mister Oreste deve fare a meno, per la trasferta di Rutigliano, degli infortunati Santoruvo e Caldarola, dell’influenzato Paglione e dello squalificato Valerio. Orlino non al meglio, ma ugualmente convocato. Quintetto di partenza: Papa in porta, Rubini centrale di difesa, Lovascio e De Ruvo laterali, Kouman pivot. Dalla panchina Orlino, Fallacara, Tarantino, Traorè, Messere e Pazienza.

Due giri di lancette e primo squillo bitontino: Kouman di punta da posizione defilata, risposta attenta col piedone del portiere di casa Palumbo.

Ancora Atletico propositivo in avvio: al 5’, Lovascio dalla stessa posizione di Kouman, col solito mancino infido, ma il portiere ci mette le mani.

La buona partenza bitontina viene premiata al 10’, col vantaggio a coronamento di un’azione da manuale: Lovascio da destra taglia trasversalmente il campo per l’accorrente Rubini che è freddissimo, col piattone, davanti al portiere di casa a siglare lo 0-1. Vantaggio meritato per l’Atletico, con Papa fino a quel momento praticamente inoperoso. Ma presto ecco la reazione dell’Azetium: al 12’ Antonazzo si mangia un gol colossale solo davanti a Papa, comunque reattivo nell’arpionare con la mano la ciabattata a pochissimi centimetri dalla fatidica linea bianca. Ancora Papa risponde presente al 16’ sulla rasoiata secca deviata di Giannone, con un intervento col piede sinistro in spaccata. Pochi secondi e nuova occasione per gli ospiti, con Palumbo solido sulla punizione atomica di Lovascio, battuta da ottima posizione. Lo stesso Lovascio, poco dopo è costretto a lasciare il campo per infortunio, postumi di una brutta entrata. Altra tegola per i neroverdi e per lo stesso numero 9 bitontino, già non al meglio. E al 20’ arriva puntuale il pareggio, col diagonale mancino chirurgico di Giannone. 1-1.

Negli ultimi minuti del primo tempo la gara si accende: Papa sale in cattedra con una serie di interventi sicuri, aumenta l’intensità fisica del match, ma l’Atletico è pienamente in gara e chiude la prima frazione in parità.

Nella ripresa i bitontini ripartono con lo stesso quintetto che ha chiuso – bene – la prima frazione di gioco (Papa, Rubini, De Ruvo, Tarantino e Kouman). Presto torna in campo Lovascio, che stringe i denti per dare una mano ai suoi stoici compagni. Così come anche Orlino, seppur non al meglio. E gli effetti si notano subito, nonostante la grande paura al minuto 38: De Ruvo perde una palla sanguinosa e Papa è miracoloso su Giannone, con l’estremo difensore ospite che si ripete ancora una volta una trentina di secondi dopo.

Ma nel giro di un minuto, tra 39’ e 40’, Bitonto pericoloso in due occasioni, tanto da trovare il secondo vantaggio. Prima Tarantino “fora” il pallone con un sinistro sullo spigolo estremo dell’incrocio dei pali alla destra del portiere rutiglianese, poi arriva la rete dell’1-2, siglato da Lovascio, che ritrova il sorriso e la gioia del gol, splendidamente imbeccato da De Ruvo.

L’Atletico ci mette cuore e sacrificio. Salgono in cattedra Orlino e Papa, con il primo che dipinge quadri, il secondo che mette vetri e cornici sul vantaggio. De Ruvo, Rubini e Orlino danno battaglia, mettendoci anima, ma al 48’ purtroppo arriva il pari: azione da rimessa laterale, bomba dalla distanza di Cassano imprendibile per Papa. 2-2.

Ultimi minuti di autentica battaglia sportiva. Papa tiene in vita un Atletico che lotta, soffre ma resiste. Grazia alla forza di un collettivo dove tutti vengono chiamati in causa e producono impegno e abnegazione. E strappano un pareggio importante soprattutto per il morale, in un periodo non semplice. Termina dunque 2-2 e in classifica si sale a quota 6 punti. La zona playoff resta distante 2 lunghezze. E sabato prossimo giornata numero 6: al “Paolo Borsellino” c’è il derby contro i “cugini” del Città di Bitonto. Fischio d’inizio alle ore 16. Prima, però, martedì sera, c’è da provare la rimonta nella gara di ritorno degli Ottavi di finale di Coppa Puglia: a Monopoli (ore 21) si proverà a ribaltare lo 0-3 subito in casa dall’Audace nel match di andata.

Le ragazze. Rinviata la gara valida dell’8^ giornata del campionato di Serie C delle ragazze dell’Atletico Bitonto: l’impegno del gruppo di Roberta Varano, inizialmente previsto per domenica 26 novembre, contro il Macula Nox Molfetta, è stato posticipato a martedì sera 5 dicembre, alle 21,30, presso il Palazzetto Nunzio Fiorentini  (ex Don Sturzo). Intanto, nonostante la sosta, test amichevole venerdì sera, positivo, col successo per 9-6 sull’Atletico Modugno al “Paolo Borsellino”.