All’ITE “Vitale Giordano” strumenti per la didattica grazie al taglio degli stipendi dei parlamentari M5S

La deputata bitontina Ruggiero (M5S): “Con le nostre restituzioni circa 247 mila euro alle scuole pugliesi”

Stampa l'articolo

“Il progetto ‘EcoLabClassroom’ presentato dall’Istituto Tecnico Economico ‘Vitale Giordano’ di Bitonto è risultato vincitore di un finanziamento di 9.662,40 € ricavato dal taglio degli stipendi dei parlamentari del MoVimento 5 Stelle”. Così la deputata bitontina Francesca Anna Ruggiero (M5S). “La scuola  – prosegue – è infatti fra le 15 premiate in Puglia nell’ambito di ‘Facciamo EcoScuola’, l’iniziativa del MoVimento 5 Stelle con cui abbiamo destinato 3 milioni di euro, di cui 247 mila circa solo per la nostra Regione, al finanziamento di interventi di edilizia leggera, adeguamento delle aule o di progetti di educazione ambientale nelle scuole di tutta Italia. I progetti da finanziare sono stati scelti in base ai risultati di una votazione online sulla piattaforma Rousseau".

"Nel caso specifico dell’istituto bitontino – evidenzia la deputata – le risorse saranno destinate alla riqualificazione delle aule del plesso, con l’acquisto di monitor smart tv che permetteranno un più efficace utilizzo dei videoproiettori già presenti nella scuola. Lo spazio sarà organizzato e arricchito in modo da consentire sia un approccio didattico frontale (laddove necessario) sia uno laboratoriale e collaborativo. Gli strumenti hardware e software scelti – sottolinea Ruggiero - serviranno per un approccio laboratoriale alle molteplici discipline, comprese quelle STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics). Sarà incentivato anche l’uso delle piattaforme cloud per dare continuità al lavoro svolto a casa e a scuola".

"Tutto ciò è stato possibile grazie alle restituzioni dagli stipendi di parlamentari M5S e all’impegno della scuola, che ha deciso di cogliere la palla al balzo e partecipare all’iniziativa con un progetto poi premiato dalla votazione online. Dal taglio dei costi della politica possiamo migliorare i servizi per i cittadini. Purtroppo in questo siamo ancora i soli a farlo” conclude la deputata.