Bagno di folla per il comizio d'apertura del candidato Damascelli

“Aspettiamo il 12 giugno per la festa della discontinuità”

Stampa l'articolo

UFFICIO STAMPA DOMENICO DAMASCELLI

“La piazza dell’entusiasmo: i bitontini mi hanno fatto sentire la loro vicinanza, il loro calore. È stato un grande momento di emozione vissuto all’insegna del cambiamento. Bitonto potrà segnare, finalmente, il 12 giugno, la festa della discontinuità per una nuova città: a misura d’uomo, per vedere oltre gli orizzonti, per ridisegnare il futuro dei nostri giovani, per essere vicini e guardare negli occhi i cittadini”. È il commento a caldo del candidato sindaco Domenico Damascelli che, ieri sera in piazza Aldo Moro, si è presentato alla città con la sua coalizione, fatta di 11 liste e 246 candidati (113 donne e 133 uomini). Sul palco l’ex consigliere regionale ha esposto chiaramente il programma di governo della città. Non un libro dei sogni, ma proposte fattibili “scritte a quattro mani, nelle scorse settimane, con i cittadini, con le realtà associative, le organizzazioni, i corpi intermedi, le migliori professionalità e anche attraverso i social. Il programma, quindi, non di una parte politica, non di una segreteria, ma della gente – ha concluso-. Quelle idee continueremo ad attuarle insieme ai bitontini anche quando vinceremo e saremo al governo di questa meravigliosa città”.