Borse lavoro per sei soggetti in situazione di disagio per dipendenza patologica

Attivate dall’Ambito Territoriale Bitonto-Palo del Colle

Stampa l'articolo

Sono partite nei primi giorni di luglio le attività relative a due nuove iniziative promosse dall’Ambito Territoriale Bitonto-Palo del Colle, finalizzate all’inclusione sociale e lavorativa di disoccupati in situazione di disagio per dipendenza patologica.

I destinatari sono 6 cittadini residenti nei due comuni, selezionati dal Servizio per le Tossicodipendenze - SerT Bitonto-Palo della Asl Bari, nell’ambito del servizio “Inserimento lavorativo soggetti area dipendenze” programmato nel Piano Sociale di Zona 2010-2012. Si tratta di soggetti in fase di remissione completa o anche parziale dalla problematica di dipendenza patologica e ritenuti idonei per il progetto di inclusione socio-lavorativa previsto dai due progetti.

I progetti sono realizzati dalle cooperative sociali Equal Time, Tasha e Il Cammino, in collaborazione con i Servizi Sociali dei due Comuni e il SerT: prevedono la realizzazione di attività di orientamento e formazione on the job, finalizzate a facilitare l’accesso o il re-ingresso nel mercato del lavoro dei destinatari.

Per ciascun destinatario il progetto individualizzato di inclusione socio-lavorativa avrà una durata di 6 mesi e prevede l’erogazione di borse lavoro di circa 400 euro mensili: il costo totale dei due progetti ammessi a finanziamento dall’Ambito è di circa 48mila euro.

I sei borsisti saranno impegnati in attività di giardinaggio e agricoltura, gestione canile, manutenzione degli immobili comunali e segnaletica stradale.

L’andamento dei progetti sarà monitorato dalle cooperative sociali, dai Servizi sociali dell’Ambito e dal SerT, che hanno sottoscritto uno specifico Protocollo di Intesa, al fine di garantire il buon esito dei percorsi di inclusione sociale.

Un carattere fortemente innovativo dell’iniziativa progettuale è rappresentato dalla sperimentazione, per la prima volta sul territorio dell’Ambito, di un’azione integrata di inclusione socio-lavorativa rivolta anche a soggetti affetti da ludopatia, emergente forma di dipendenza patologica, che, come riferiscono alcune stime americane, può interessare il 2-4% della popolazione, configurando quindi anche un importante problema di salute pubblica. (Secondo alcuni autori, la ludopatia è la patologia da dipendenza a più rapida crescita tra i giovani e gli adulti - fonte: Ministero della Salute).