Fiera di san Leone ancora annullata. Donato Gala (CasAmbulanti Italia): "Ottima la decisione di rimborsare la Tosap ai commercianti"

La decisione è stata presa in connubio tra esponenti di categoria, polizia municipale e amministrazione comunale

Stampa l'articolo

Da Donato Gala, presidente di CasAmbulanti Italia, riceviamo e volentieri pubblichiamo

 

Anche la data suppletiva della Fiera commerciale di San Leone, in programma domenica scorsa, dopo il primo rinvio, non ha potuto svolgersi a causa delle avverse condizioni meteo. L’annullamento dell’edizione suppletiva era stato deciso, all’unanimità, dalle Associazioni di categoria "CasAmbulanti Bitonto", Fiva, Confcommercio, Confesercenti, Federcommercio, Unimpresa UNIBA durante l’incontro istituzionale di giovedì 9 maggiocomune di Bitonto. In quella circostanza venne formulata la richiesta di rimborso delle somme versate dai partecipanti alla Fiera a titolo di Tassa Occupazione Suolo Pubblico per il mancato utilizzo del posteggio ovvero la sua compensazione con altre manifestazioni similari. Grazie all’enorme impegno del Comandante della polizia municipale di Bitonto Gaetano Paciullo, al commissario capo Silvana Dimundo, in concerto con la parte politica rappresentata in riunione da Rosa Calò nella sua qualità di vicesindaco, la richiesta ha trovato positivo riscontro.

 

 

A intervenire su quanto accaduto sono il presidente CasAmbulanti Italia, signor Donato Gala, bitontino, e il responsabile di settore UniBa, Savino Montaruli, secondo cui “vedere accolte le richieste di rimborso e compensazione delle somme versate dagli ambulanti per non aver frequentato la Fiera di san Leone a causa delle avverse condizioni meteo è oggetto di grandissima soddisfazione quindi sentiamo di ringrazia di cuore l’amministrazione comunale di Bitonto, il sindaco Michele Abbaticchio, le autorità presenti all’incontro del 9 maggio ma anche l'assessore alle Attività produttive, Marianna Legista, il consigliere delegato al commercio Lillino Avellis e tutte le parti in causa che hanno dato un segnale straordinario di vicinanza a una categoria ancora fortemente in crisi ma sempre tanto amata dalla popolazione”.