Concerto “Ave Maria” in Cattedrale, incantano i docenti e gli alunni dell’I.C. “Modugno-Rutigliano-Rogadeo”

Nelle Feste Patronali repertorio di Canti mariani e Concerto al pianoforte

Stampa l'articolo
Nel nutrito programma delle Feste Patronali 2019 sugli eventi culturali, religiosi e folklore si è svolto il 27 maggio 2019 il Concerto Mariano: “Ave Maria”, un ricco repertorio di canti e poesie mariane eseguite dai docenti e dagli alunni dell’Istituto Comprensivo Statale “Modugno-Rutigliano-Rogadeo” di Bitonto. Il concerto si è svolto in Cattedrale nella suggestiva cornice religiosa dell’altare maggiore riccamente addobbato, per omaggiare Maria SS. Immacolata. Il progetto canoro musicale è stato promosso dal dirigente scolastico prof. Michele Bonasia con il beneplacito dal docente referente ai rapporti istituzionali scuola-chiesa prof. Giuseppe Cannito per l’ospitalità in Cattedrale dal parroco don Francesco Acquafredda in collaborazione con il presidente delle Feste Patronali prof. Nicola Pice con patrocinio della venerabile Arciconfraternita Immacolata Concezione presidente dott. Francesco Cannito e con l’organizzazione del dirigente amministrativo della scuola dott.ssa Lucia Gentile. Le performances del concerto ha previsto un ricco repertorio di canti e musiche intervallate da recite di poesie mariane in diverse lingue: italiano, inglese, francese e dialettale bitontino. In una cattedrale gremita di gente il prof. Luigi Sebastiano Lauta ha presentato con entusiasmo la manifestazione canora, mentre il Coro “Santa Cecilia” composto da quasi cento alunni delle classi quinte della scuola primaria sono stati guidati dalle docenti Angela Desario, Giuseppina Benassi e Margherita Diasparro. Il coro ha intonato melodicamente i canti musicali mariani diretti magistralmente dalla prof.ssa Elena Perrone accompagnata con maestria al pianoforte dalla prof.ssa Francesca Modugno. I brani musicali noti alla tradizione cristiana italiana ed europea sono stati: “Ave Maria” di Bach-Gounod, “Amazing Grace” di Leann Rimes, “I will follow him” di Peggy March, “People help the people” di Birdy, “Adagio” di Lara Fabian, “Fratello sole e sorella luna” dal Cantico di San Francesco. Determinante è stato l’esibizione del docente tenore Giuseppe Maiorano che ha cantato ”Ave Maria” di Giulio Caccini e la docente soprano Angela Drimaco che ha cantato “Ave Maria” di Schubert, mentre una ex alunna Letizia Lauta si è cimentata nel suonare strumentalmente il violino con un brano musicale mariano: “Sancta Maria” di Pietro Mascagni su intermezzo della Cavalleria Rusticana. Degna di nota al concerto è stato la recitazione di poesie mariane da parte di alcuni alunni delle classi prime della scuola secondaria di primo grado preparati dalle docenti Anna Desantis, Antonietta Primavera, Concetta Vulpio, Giuseppina Murgolo, Margherita Natilla, Maria Concetta Cipriano e Rita Dimundo. Gli alunni nella recitazione hanno suscitando intense emozioni trasmettendo una carica spirituale ricca di gioia e di serenità, come: “Là Pàtràunè de Vetòndè”, ”Prièr à Marie”, “Holy Mary”, “Marì fèmmn du spirt”, “Ave Maria”, “La preghiera a Maria”, “A Maria”, “U mràcl de là Màdonn à Vètòndè”. Hanno curato l’apparato artistico e tecnologico su brochure e on line i docenti Cosmo Damiano Lovascio e Stefano Tota, mentre con meticolosità hanno stilato il progetto scolastico negli atti ufficiali istituzionali tra “scuola-chiesa-territorio” con la pubblicazione anche nelle testate giornalistiche i docenti Giuseppe Cannito, Rosa Pantaleo e Sara Marinelli. Nell’esibizione del concerto il pubblico festoso non ha risparmiato fragorosi e lunghi applausi. Il dirigente scolastico prof. Michele Bonasia ha ringraziato le autorità presenti per la loro distinta partecipazione, i docenti che si sono prodigati professionalmente e con competenza nella bella riuscita della manifestazione musicale, le famiglie coinvolte a rafforzare l’azione educativa, ma soprattutto gli alunni per il loro grande impegno e talento, per aver messo in campo una bella manifestazione canora mariana: unica, originale e stupenda, che ha per un momento incantato i confini dello spazio e del tempo toccando in profondità le corde del cuore del pubblico presente Come segno di una testimonianza mariana che affonda le proprie radici nella città di Bitonto, e come gesto di accoglienza nella Cattedrale, il parroco don Francesco Acquafredda e il presidente dott. Francesco Cannito hanno donato al dirigente scolastico, al presidente del Comitato Feste Patronali e ai docenti un pregevole libro di poesie con racconti dialettali mariani.