Da Piazza Moro al Municipio, nei giorni scorsi la protesta di Lista Civica Italiana

Con loro un gruppo di disoccupati manifesta per chiedere aiuto

Stampa l'articolo
Da Piazza Moro al Municipio, nei giorni scorsi la protesta di Lista Civica Italiana Un momento della manifestazione

Sono partiti nel pieno della mattinata di lunedì scorso da Piazza Moro per poi terminare la loro manifestazione dinanzi al Municipio.

Sono i manifestanti della “Lista Civica Italiana”.

Questa neo lista, ormai presente in tutta Italia, dichiara di avere come obiettivo la soluzione dei problemi sociali che affliggono i cittadini, specialmente la disoccupazione.

Non a caso un centinaio di loro ha manifestato per le vie del centro per chiedere una risposta al primo cittadino che, a loro dire, esita ancora nel rispondere ad una loro lettera inviata oltre quaranta giorni fa con la quale chiedevano un suo intervento.

Alla manifestazione erano presenti sia il segretario cittadino del movimento sia il coordinatore regionale, Dott. Michele Angelo Zema, il quale ha presentato la lista: ”Di fronte all'emergenza economica, sociale e democratica, siamo un'alternativa al sistema dei partiti.  Essere civici per noi significa impegnarsi per ricostruire il senso di cittadinanza attraverso un processo culturale che punti a ricreare persone consce dei loro diritti e doveri e fiduciose nelle potenzialità positive date dal vivere in uno Stato dotato di principi costituzionali e di regole democratiche. Ognuno di noi proviene da esperienze diverse e ha le proprie idee politiche che mette al servizio del bene comune accettando con senso pratico e democratico le decisioni della maggioranza attiva e partecipe dei cittadini. Questo già facciamo nei nostri Comuni, questo vogliamo fare in Italia”.

A scaturire la loro ansia non solo il silenzio del sindaco ma anche l'aggravamento della loro situazione poiché molti dei presenti, così come molti altri non intervenuti alla manifestazione per il timore di manifestare la loro pessima situazione economica, non riescono nemmeno a portare un piatto di cibo a tavola per sfamare i loro figli e così sono costretti in massa a riversarsi nelle mense solidali locali.

Alla manifestazione erano presenti molti genitori con figli portatori di handicap, cui non riescono a fornire l'assistenza necessaria a causa della mancanza del lavoro e di un aiuto da parte dell'amministrazione.

Il segretario regionale e il segretario cittadino, Fallacara, al termine della manifestazione, hanno comunicato che domenica prossima 19 Maggio in Piazza Padre Pio avrà luogo una nuova manifestazione con la discussione dei problemi. Nella speranza che intervengano anche altre famiglie rimaste a casa e che sono invitate alla sede in Comes.