Degrado nelle campagne di Mariotto, il PD mariottano lancia l'allarme

"L'amministrazione comunale ha il dovere di attivarsi immediatamente per reperire le risorse necessarie per effettuare le bonifiche del caso"

Stampa l'articolo

La segnalazione dell’associazione “MariottoLibera” sullo stato di degrado delle campagne di Mariotto ha allarmato la sezione del Partito Democratico della nostra frazione, che chiede un intervento immediato da parte dell’amministrazione comunale. Per questo, dal coordinatore del PD di Mariotto, Pasquale Patierno, riceviamo e volentieri pubblichiamo.

«Dopo la giusta e vibrante denuncia dell’associazione “MariottoLibera”, documentata peraltro da un video, sul preoccupante stato di degrado in cui versano alcune aree immediatamente limitrofe all’abitato di Mariotto, aree ricolme di rifiuti di ogni genere, ed in particolare di lastre di cemento-amianto in evidente stato di polverizzazione, esprimiamo forte preoccupazione per una situazione che va affrontata e risolta senza perdere tempo! L’amministrazione comunale ha il dovere di attivarsi immediatamente per reperire le risorse necessarie per effettuare le bonifiche del caso e, in attesa degli interventi, di mettere in sicurezza tali aree, impedendone l’accesso ai cittadini. Le aree interessate, lo ricordiamo a titolo esemplificativo, sono: il prolungamento di via Le Fornaci che si congiunge con la prov.le Mariotto-Palombaio, il prolungamento di via Mentana, l’area vicina agli impianti dell’AQPalla fine di via Bazzarico. Nel contempo, l’amministrazione deve avviare, finalmente, una seria campagna di controlli sul territorio finalizzata alla prevenzione e alla repressione dei reati ambientali. Attivi immediatamente la Polizia Municipale e  ricerchi la collaborazione di Polizia Provinciale, Corpo Forestale e guardie campestri, istituendo una task-force anche in collaborazione con le associazioni ambientaliste presenti sul territorio. Infine, disponga l’ultimazione dei lavori di bonifica di alcune aree della frazione, iniziati in estate ed inspiegabilmente non ultimati, quali: pulizia del letto del canale di deflusso delle acque piovane in via Bazzarico, ripulito a  “valle” e non a “monte”  dove cioè era più necessario, pulizia dell’area dell’imbocco dello stesso canale in via Le Mattine, ultimazione della pulizia e dello sfalcio di erba e sterpaglie della strada che conduce al campo sportivo comunale in c.da Marazziello.

Non potremo esimerci da forme di lotta più incisive della semplice comunicazione scritta o verbale qualora questo nostro appello non dovesse sortire immediati effetti positivi. L’amministrazione Comunale ha il dovere di tutelare la salute dei cittadini attraverso la salvaguardia dell’ambiente in cui vivono. Dinanzi a queste priorità non vi sono motivazioni di carattere finanziario che potrebbero giustificare l’eventuale inerzia. I fondi per gli interventi devono essere reperiti in qualunque modo per affrontare questa emergenza, così come, in fase di elaborazione del prossimo bilancio di previsione, sarebbe opportuno destinare maggiori risorse, rispetto al passato, per la realizzazione di tali interventi di bonifica.

In attesa di positivi ed immediati riscontri, si porgono distinti saluti».