Didattica in presenza, si corre ai ripari: purificatori d’aria contro il Covid in due istituti comprensivi

Dopo la “Sylos”, anche alla “Cassano-De Renzio” presto verranno installati i dispositivi che consentiranno di far arieggiare le aule senza dispersione del calore

Stampa l'articolo

Le scuole sono al sicuro? È la domanda che in molti si stanno ponendo in questi giorni, date le decisioni governative di mantenere attive le lezioni in presenza nonostante preoccupi il numero dei positivi al Coronavirus. Una buona risposta arriva dagli Istituti comprensivi “V. F. Cassano -A. De Renzio” e “Sylos” con l’acquisto e l’installazione di purificatori d’aria negli ambienti scolastici. Questi strumenti garantiscono la sicurezza con il ricambio d’aria 24 ore al giorno e il rispetto delle norme anti Covid.

«Stiamo acquistando i purificatori d’aria per tutte le aule dei vari plessi dell’istituto -ha raccontato ai nostri taccuini il dirigente della “Cassano-De Renzio”, Saverio Pansini – sia per una questione igienico-sanitaria che per ovviare alla necessità di tenere costantemente le finestre aperte e ridurre la dispersione del calore».

In questo modo «perseguiamo l’obiettivo di salvaguardare anche il processo dell’offerta formativa e far partire al più presto i relativi progetti».

Il cospicuo investimento «vedrà l’utilizzo di una parte del finanziamento ministeriale con il decreto “Sostegni bis” -ha precisato, in ultimo, il dirigente- e un’altra del bilancio 2022 dell’istituto».

Anche per Filomena Bruno, dirigente dell’Istituto comprensivo Sylos «i purificatori possono essere una marcia in più a favore della didattica in presenza».

In questo istituto, infatti, sono quaranta i dispositivi che sono stati già installati dallo scorso novembre in tutti i plessi, da quelli dell’infanzia a quello della secondaria di primo grado.

Sono stati acquistati preventivamente lo scorso settembre grazie ugualmente ai finanziamenti governativi destinati alle scuole per quest’emergenza e sono costati circa 6.000 euro. I dispositivi sono dotati di filtri che hanno una durata di nove mesi e, quindi, hanno una copertura valida per l’intero anno scolastico.