Domani Antonio Di Cristofano ospite del Traetta Opera Festival

Il suo recital pianistico si terrà alle 20.30 al Teatro comunale

Stampa l'articolo

Si dice che in musica le tonalità maggiori abbiano un timbro più allegro, o in qualche modo positivo, mentre le tonalità minori diano una sensazione di tristezza o malinconia. In ogni caso, il risultato finale dipende da molteplici fattori. E l’effetto prodotto rimane sempre soggettivo, come vuole dimostrare il recital pianistico di Antonio Di Cristofano, concertista con una consolidata carriera internazionale. Il musicista è, infatti, ospite del Traetta Opera Festival di Bitonto, mercoledì 25 maggio (ore 20.30), al Teatro Comunale, con un programma pensato in quattro tonalità, Do maggiore e Do minore nella prima parte, La bemolle maggiore e La bemolle minore nella seconda.

In apertura della prima si ascolterà la Sonata K330 in Do maggiore “Parigina”, una pagina ricca di brillantezza con la quale Mozart sancì l’abbandono del servizio alla corte salisburghese e il trasferimento a Vienna per tentare la fortuna come libero professionista nella capitale dell’Impero. Seguirà la Sonata op. 13 in do minore “Patetica”, composizione del primo periodo beethoveniano ricca di ambizioni sinfoniche ed esempio fulgido del focoso temperamento del giovane compositore di Bonn. Nella seconda parte del concerto Di Cristofano affronterà inizialmente l’universo Chopin con la celebre Polacca Fantasia op. 61 in La bemolle maggiore in cui l’autore tocca i vertici di quel pianismo dalla forma aperta che lo proietterà verso future esperienze artistiche. Il recital si chiuderà con la Sonata Fantasia op. 19 in La bemolle minore di Aleksandr Skrjabin, la seconda di un ciclo di dieci Sonate con cui il compositore russo porterà il linguaggio tardoromantico dentro una nuova dimensione sonora, segnata dalla congiunzione tra simbolismo e spiritualità.

Al termine della serata è anche previsto un omaggio inedito all’Antigona di Traetta, opera che il festival propone nel 250esimo anniversario della prima rappresentazione come appuntamento di chiusura il 3 luglio al termine di una programmazione comprendente oltre trenta appuntamenti. Il Traetta Opera Festival ha, infatti, previsto all’interno di ogni concerto la commissione ai musicisti coinvolti di un tributo originale al grande compositore bitontino.

Tutti i dettagli del programma e le modalità di accesso ai concerti su www.traettafestival.it.