Droga, studente bitontino fuori sede arrestato a Livorno

Il giovane è stato fermato dagli agenti con un grosso carico di sostanze stupefacenti proveniente da Barcellona

Stampa l'articolo
Nei giorni scorsi, un cittadino 24enne residente a Bologna, ma originario di Bitonto, è stato arrestato a Livorno dopo essere stato scoperto dalla Guardia di Finanza con un chilo e mezzo di mefedrone, una pericolosa droga sintetica.
L'operazione è nata da un controllo antidroga fatto dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Dogane allo sbarco della nave Ikarus Palace, proveniente da Barcellona.

Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, è stato controllato allo sbarco dell’imbarcazione.
E’ apparso sin da subito molto nervoso tanto che, per evitare i controlli, ha cercato di mescolarsi tra gli alunni di una scolaresca di ritorno da una gita e ha tentato di liberarsi di una piccola quantità di stupefacente nascosta nelle tasche dei pantaloni.

Ma è stato notato dai finanzieri che, con l’ausilio dell’unità cinofila, hanno controllato i suoi bagagli, dai quali è spuntato un grosso quantitativo della sostanza stupefacente. Il ragazzo, dunque, è stato tratto in arresto per spaccio e traffico di sostanze stupefacenti.

Ad aggravare la posizione del 24enne, i ritrovamenti fatti nel corso della successiva perquisizione a casa sua, dove gli agenti hanno rinvenuto gli strumenti di lavoro, tra cui i bilancini di precisione utilizzati per la suddivisione delle dosi da vendere. Le forze dell’ordine hanno calcolato che la vendita al dettaglio della droga, ora sequestrata, avrebbe fruttato all’incirca 100 mila euro.