Ennesimo incidente sul lavoro. Gravi ustioni per un operaio bitontino

L'uomo, un operaio di 49 anni, è rimasto coinvolto in un incendio. Non corre pericolo di vita

Stampa l'articolo

Un ennesimo caso di incidente sul lavoro insanguina la città, a meno di due mesi dall’ultimo triste episodio che ha visto la morte di Nicola e Vincenzo Rizzi.
L'uomo, un operaio bitontino di 49 anni, è ricoverato nel reparto di rianimazione del Policlinico di Bari, a seguito di un incidente avvenuto ieri nella carrozzeria industriale Giacar, sulla strada provinciale 231.
Secondo le prime ricostruzioni, fatte attraverso le testimonianze dei colleghi, che hanno assistito all’incidente e chiamato i soccorsi, l’uomo era al lavoro, intento nel saldare delle lamiere, quando una scintilla, colpendo una tanica di liquido infiammabile posta nelle vicinanze, ha innescato l’incendio che ha coinvolto l’operaio.
L’uomo ha ustioni di secondo grado sul cinquanta percento del corpo, ma non correrebbe imminente pericolo di vita, stando a quanto dichiarato dai medici. Dovrà essere sottoposto ad interventi di chirurgia plastica in varie parti del corpo.
Gli investigatori sono adesso al lavoro per ricostruire la dinamica e per stabilire se, all’interno dello stabilimento, siano state adottate tutte le necessarie misure di sicurezza.