Facevano furti su commissione, due bitontini in manette

Erano specializzati nel rubare a Matera e trasferire le auto in Puglia

Stampa l'articolo

 

Due giovani - di 26 e 25 anni, entrambi pregiudicati - sono stati arrestati a Bitonto (Bari) dai Carabinieri di Matera e Molfetta, al termine di indagini su numerosi furti di auto su commissione commessi a partire dallo scorso mese di aprile in Basilicata e in Puglia.

I militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Matera, Angela Rosa Nettis, su richiesta del pm, Annunziata Cazzetta.

14 sono i furti accertati, tra Matera, Bari, Altamura, Binetto, Terlizzi, Ruvo Di Puglia, Mola di Bari e Giovinazzo.

Secondo quanto riferito dai Carabinieri, i due rubavano su commissione, anche per fornire mezzi di ricambio per il mercato illegale. Dopo aver forzato la portiera dell’auto individuata con strumenti di effrazione vari, si allontanavano dirigendosi tra le campagne dell’agro di Bitonto, dove occultavano la refurtiva. Utilizzavano anche un inibitore di segnale, per coprire il rumore dell’antifurto gps installato sulle vetture, e una centralina decodificata che permetteva l’accensione del motore bypassando la centralina originale.

I due sono accusati di concorso in furto aggravato in concorso.