Fingono tamponamenti e pistole in pugno rapinano le povere vittime, due episodi nelle ultime ore

Un commerciante bitontino ha perso tutta la sua merce mentre si recava al mercato settimanale di Grumo Appula. Intanto la Polizia arresta due persone per furto di guardrail

Stampa l'articolo

Bitontini, occhio ai tamponamenti.

Non è un invito a mantenere le distanze di sicurezza per non incorrere nella solita tiritera fatta di denunce all’assicurazione e certificati medici più o meno falsi.

Ma c’è qualcosa di più, che non lascia affatto tranquilli.
Infatti, in questi giorni, due bitontini, entrambi alle prime luci dell’alba, sono stati raggirati da alcuni delinquenti, probabilmente componenti dello stesso gruppo organizzato.

L’episodio più grave, ieri mattina, a Palo del Colle, lungo la strada provinciale 119 che porta a Bitonto.
Un commerciante, mentre si recava a Grumo Appula per partecipare al mercato settimanale, è stato tamponato da una macchina scura.
Sceso dal mezzo per controllare l’entità del danno, l'uomo s'è subito trovato dinanzi la sgradita sorpresa: immediatamente, infatti, è stato circondato da due individui che, pistola in pugno, l’hanno prima minacciato e poi gli hanno portato via il mezzo carico di materiale da vendere.

Sabato mattina,  in Via Ammiraglio Vacca, stessa sorte è toccata ad un automobilista tamponato da un’auto sempre di colore scuro. Anche in questo caso, il povero cittadino s’è ritrovato una pistola puntata dopo essere sceso dal mezzo per controllare i danni. L’amaro epilogo è stata la consegna dell’Audi A3 ai malviventi.

Intanto, gli agenti del Commissariato di P.S. hanno arrestato ieri pomeriggio due persone, R.T., 30 anni, A.N., 26 anni, sorprese sulla strada provinciale che collega Bitonto all’aeroporto di Bari-Palese mentre tentavano di asportare circa 30 metri di guardrail.

I due, entrambi con piccoli precedenti, sono già ai domiciliari.