Il Comune di Bitonto aderisce al sistema PagoPA, pagamenti in modalità telematica

Grazie alla piattaforma MyPay della Regione Puglia, raggiungibile direttamente dal sito internet comunale

Stampa l'articolo
Il Comune di Bitonto ha aderito al sistema nazionale dei pagamenti PagoPA, la piattaforma che consente a cittadini e imprese di effettuare pagamenti verso le pubbliche amministrazioni e i gestori di servizi di pubblica utilità in modalità elettronica. Per l’adesione al circuito nazionale il Comune di Bitonto, con il supporto del Servizio Ragioneria e del Servizio Informatico, si è avvalso della piattaforma tecnologica MyPay, il portale dei pagamenti realizzato dalla Regione Puglia, al quale ad oggi hanno aderito altri 56 comuni pugliesi. Mypay è raggiungibile direttamente dall’home page del sito internet comunale, cliccando sul logo del servizio. Previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale, PagoPA è un sistema di pagamento elettronico che consente agi utenti di un servizio erogato da una Pubblica Amministrazione di scegliere il prestatore del servizio di pagamento (banca, istituto di pagamento, poste o altri soggetti abilitati) e il canale (tecnologico o fisico) di pagamento con alcuni vantaggi: conoscere preventivamente i costi massimi dell’operazione, avere la garanzia della correttezza dell’importo e ottenere immediatamente una ricevuta con valore liberatorio. Il pagamento può essere effettuato attraverso i canali (online e fisici) delle banche e degli altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP): agenzie, home banking, phone banking e sportelli bancomat della propria banca, punti vendita Sisal, Lottomatica e Banca 5, uffici postali. L’accesso al portale regionale Mypay è possibile sia in modalità anonima che con autenticazione tramite username e password: in ogni caso sarà necessario indicare un indirizzo mail non pec. Attualmente per il Comune di Bitonto è possibile pagare oltre agli avvisi di pagamento ricevuti che riportano il codice IUV (Identificativo Univoco Versamento), ovvero il codice che identifica univocamente il pagamento, alcuni servizi (concessioni cimiteriali, contributo di costruzione, mensa scolastica), una serie di diritti diversi (accesso agli atti, cimiteriali, di rogito, di segreteria, pratiche telematiche Suap, rilascio elenchi liste elettorali, segreteria ufficio tecnico, urbanistica), diritti per pareri preliminari e rimborsi (marche da bollo virtuali, spese matrimoni civili, spese tecniche e spese trasporto sociale). Nei piani dell’Amministrazione comunale è previsto l’ampliamento progressivo del numero di servizi pagabili con il circuito PagoPA, a partire dai diritti per il rilascio della carta d’identità elettronica.