Il "da BITONTO" viaggia nel mondo della malavita giovanile, grazie all'inchiesta del nuovo numero

Tante curiosità e notizie nel mensile da oggi in edicola

Stampa l'articolo

Dai furti e rapine allo spaccio di droga. Tanti sono i casi di cronaca nera che vedono come protagonisti i bitontini.

Che siano perpetrati nella nostra città o altrove, risulta sempre più allarmante l’età media dei malviventi nostrani, giovanissimi o addirittura minori.

Cosa spinge i ragazzi a dedicarsi a pratiche illegali? Abbiamo cercato di scoprirlo nell’inchiesta nel numero del “da BITONTO” da oggi in edicola.

Nelle pagine centrali, dedicate ad “Armi, droga e guadagni facili. Viaggio nel mondo della malavita giovanile”, abbiamo cercato di esaminare il fenomeno, ascoltando le testimonianze di chi ha avuto problemi con la giustizia, di forze dell’ordine, giudici e di chi costantemente lavora con loro.

Ad aprire il numero di gennaio è però la storia di Gaetano Ruggiero e Pasquale Nomice, che hanno ricevuto un encomio per aver salvato un automobilista finito fuori strada, e una riflessione di Michele Giorgio sulla politica della discordia in Italia e nella nostra città.

A pagina 2, invece, si analizza l’importanza dell’Urban Centre, con le parole dell’assessore all’Urbanistica, Nico Parisi, e del progetto “Agorà Sicure”, vinto dal nostro comune nell’ambito del bando-programma “Periferie Aperte”.

Nella sezione POLITICA di Nicolangelo Biscardi, focus sulle tensioni a Palazzo Gentile. Agli ormai consueti scontri tra il sindaco Abbaticchio e il Partito Socialista, si aggiungono anche i terremoti all’interno dell’Italia dei Valori che hanno portato all’autosospensione dell’assessore Giuseppe Fioriello e alle dimissioni del consigliere Francesco Pafetta. Entrambi, però, confermano la propria fedeltà al primo cittadino e lo seguiranno nelle prossime amministrative, che si preannunciano quanto mai delicate.

Tra cambi di fronte e indecisioni, il panorama politico appare frammentario soprattutto a sinistra, sia nella fronda pro Abbaticchio che in quella PD, pronta alle primarie del 5 marzo.

Ancora in alto mare risulta invece la destra, con Forza Italia impegnata in consultazioni per individuare coalizione e candidato sindaco.

Al clima rovente di Palazzo Gentile fa da contraltare il grande freddo di gennaio che ha regalato a Bitonto un’intensa nevicata, paragonabile solo a quella del 1956 e del 1993, ma anche tanti disagi.

Il settore TERRITORIO di Viviana Minervini ha dato voce alla Polizia Municipale e ai tanti volontari che hanno lavorato per fronteggiare l’emergenza ed aiutare persone ed amici a quattro zampe.

Grande attenzione anche alla Notte Nazionale del Liceo Classico e a “Bitontini alla corte del principe di Malta”, il libro scritto da Michele Muschitiello e da Laura Fano.

Il “pasticciaccio brutto” della Galleria Devanna e dei locali venduti ai privati apre la sezione CULTURA E TRADIZIONI. Nelle pagine, curate da Loredana Schiraldi, spazio anche alla rassegna “Memento”, agli spettacoli teatrali del Mago Forrest, di Michele Placido e della stagione “La Scena dei Ragazzi”.

Grande successo poi per gli artisti bitontini. Se dj Kaiser, al secolo Gianluca Caiati, fa ballare l’Arena Club di Berlino, Marco Di Nunno si rifà dell’insuccesso ad “Amici di Maria De Filippi” e presenta il primo album del suo gruppo, gli Stip Ca’ Groove. Disco in uscita anche per la “Yss Matt Foundation”.

Le FRAZIONI, settore di Carmela Moretti, archiviata la Grande Nevicata dell’Epifania, si godono il Carnevale 2017 e il restyling, quasi ultimato, del Canale di Mariotto.

Nella sezione SPORT di Carlo Sblendorio attenzione al calcio, con le novità di Us Bitonto e Omnia Bitonto, l’avventura del futsal in rosa dell’Usd Città di Bitonto e il camp con l’A.S. Roma di Kevin Perrulli. Il piccolo talento bitontino milita nella Bruno Soccer School, la società giovinazzese dell’ex atleta professionista Giovanni Bruno.

Tante soddisfazioni per l’Omnia Golf che festeggia il suo annus mirabilis.

Torna anche in questo numero l’appuntamento con le nostre rubriche: in “Terza Pagina” un racconto di Arcangelo Fornelli e due poesie firmate da Daniele Somma e Gaetano Caiati“il Pinto della situazione” condanna la politica incapace di dare risposte; Antonio Castellano ricorda il senatore Angelo Custode Masciale e Giovanni Antonio De Ilderis, a cui è stata intitolata una via cittadina; Valentino Garofalo ci consiglia la lettura di “Sei lezioni di economia” di Sergio Cesaratto e ci fa riflettere con “Viva l’agnotologia”; Domenico Achille fa commuovere con il pezzo “Esseri umani e animali, quando l’amore compie miracoli” e con la sua poesia su “Il gatto”.

Il “da BITONTO” vi dà appuntamento in edicola.