Il Liceo classico si apre all'Europa. Ospiti del "C. Sylos" docenti e studenti da sei nazioni | Foto

Venerdì sono giunti a Bitonto i docenti bulgari, greci, polacchi, portoghesi e turchi del progetto Erasmus "Digital G.R.I.O.T.S." e 18 alunni del Liceo Christoph - Schrempf della città tedesca di Besingheim

Stampa l'articolo

Bulgaria, Grecia, Polonia, Portogallo, Turchia e Germania. Quasi mezza Europa si è data appuntamento in questi giorni al Liceo “Carmine Sylos” di Bitonto.

Venerdì scorso il Liceo classico, linguistico e delle scienze umane, diretto dalla professoressa Antonia Speranza, ha infatti accolto docenti e studenti d’ogni parte d’Europa.

Gli “ospiti”, a cui è stato dato il benvenuto anche dal sindaco Michele Abbaticchio con una cerimonia a Palazzo Gentile, sono giunti nella nostra città per motivazioni e progettualità differenti.

I docenti bulgari, greci, polacchi, portoghesi e turchi, sono infatti membri della delegazione del Progetto Erasmus Plus + KA201 intitolato “Digital G.R.I.O.T.S.”. Insieme ai colleghi italiani, si confronteranno per far sì che gli studenti possano sviluppare competenze digitali ed essere consapevoli delle minacce del web e della necessità di occuparsi di sicurezza online.

Per raggiungere tale scopo, il progetto, che vede come referente bitontina la professoressa Rossana Latronico, prevede che ai ragazzi del triennio di tutti gli indirizzi siano fatti analizzare film e libri sul tema.

Le insidie del digitale, tra l’altro, sono sempre state a cuore al Liceo. L’istituto, con certificazione eTwinning, infatti, già dagli scorsi anni è protagonista del progetto Webinar eTwinning eSafety.

La visita dei docenti è coincisa felicemente con l’arrivo a Bitonto di 18 studenti del Liceo Christoph - Schrempf di Besingheim, gemellato al “Sylos”.

Lo scambio, curato dai professori Angela Morea e Michele Ventura, ha già visto i suoi effetti in autunno, quando gli alunni della 3^AL e della 3^DL sono volati nella città tedesca vicina a Stoccarda.

La galleria