Ites V. Giordano, indirizzo “Trasporti e Logistica”. Il dirigente: “Un’opportunità per studenti e territorio”

Esperti del mondo del lavoro e degli studi hanno, ieri, illustrato cosa offre questo nuovo percorso formativo presso l’auditorium della scuola

Stampa l'articolo

Con l’indirizzo “Trasporti e Logistica” (articolazione logistica) presso l’ITES “Vitale Giordano”, da oggi, si apre una nuova porta per il futuro degli studenti.

Si tratta di una «importante risposta allo sviluppo del nostro territorio -ha dichiarato il dirigente scolastico Francesco Lovascio durante la conferenza tenutasi, ieri, presso l’auditorium del “V. Giordano” -. La presenza di diverse aziende, come l’unica sede pugliese di Amazon a Bitonto, conferma quanto sia alta la domanda di figure dotate di tanta professionalità e che siano in costante aggiornamento».

Ma il nuovo percorso di formazione «è un’opportunità non solo per Bitonto -ha aggiunto il sindaco Michele Abbaticchio- ma per tutta la città metropolitana di Bari che richiederà una gestione responsabile».

L’obiettivo sarà quello di formare nuove figure professionali che «siano in grado di trainare il mercato verso prospettive differenti -ha chiarito Marco Bronzini, consigliere delegato alla Programmazione Scolastica ed Edilizia Scolastica della città metropolitana di Bari- favorendo ulteriormente la sua crescita».

La richiesta, dunque, è quella di predisporsi attivamente alla crescita del paese creando sul mercato sempre più nuove possibilità all’avanguardia.

L’indirizzo “Trasporti e Logistica” fornirà, infatti, una preparazione teorica e pratica nel campo dei trasporti e dell’organizzazione dei servizi logistici, con lo studio di materie innovative quali Scienze della navigazione e struttura dei mezzi di trasporto, logistica, meccanica e macchine.

Un corso fortemente pratico, in cui lo studente acquisisce competenze tecniche e metodi di lavoro per operare da subito nel campo delle infrastrutture, della gestione del traffico e relativa assistenza, della gestione dell’impresa di trasporti e della logistica nelle sue diverse componenti: corrieri, vettori, operatori di nodo ed intermediari logistici.

Dopo il diploma, gli studenti potranno continuare il loro percorso formativo sia con corsi universitari sia presso gli istituti tecnici superiori che «sono gratuiti -ha detto la dott.ssa Cavallo Anna Rita, responsabile processi formativi dell’ its logistica di Bari- perché totalmente finanziati dal MUR e dalla Regione Puglia.  Sono percorsi di specializzazione al passo con i tempi, attivi in sinergia con il mondo dell’istruzione e del lavoro».

Ma non è tutto. Chi deciderà di iscriversi a “Trasporti e Logistica” presso il “Vitale Giordano” «avrà sbocchi lavorativi – ha precisato il dott. Mirko Lacassia, Key account manager della Bartolini- perché il settore della logistica, come confermato dai dati dell’osservatorio Contract Logistic “Gino Marchet” del Politecnico di Milano, richiederà 15/20 mila addetti all’anno».

 

Attualmente «è alta la richiesta di autisti (con patente c, e, d), esperti di software e gestione di magazzini -ha sottolineato, in ultimo, il dott. Donato Conserva, amministratore Unico dell’azienda Conserva-. È importante che si formino queste figure cosicché possano essere presto inserite nel mondo del lavoro».