L'Amministrazione censura l'operato della CE.R.IN per i continui pignoramenti ai morosi

Nonostante una formale richiesta e una diffida da parte degli Uffici comunali, notifica pignoramenti presso terzi ai contribuenti morosi

Stampa l'articolo

“Il Concessionario «ereditato» dalla precedente Amministrazione, pur formalmente diffidato dai competenti uffici comunali, sta continuando ad operare nei confronti dei contribuenti morosi in maniera non condivisibile”.

È quanto dichiara il Sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, a proposito dei numerosi pignoramenti presso terzi che in queste settimane laCE.R.IN. srl, concessionaria per la riscossione dei tributi, sta notificando ai cittadini che hanno precedenti debiti tributari (Ici/Imu e Tarsu).

“Il Concessionario, il cui contratto di  servizio stipulato precedentemente all’insediamento di questa Amministrazione scade il 31/12/2013 e non sarà oggetto di rinnovo, – spiega Abbaticchio – contravviene ad un preciso obbligo professionale e deontologico, scegliendo procedure giudiziarie di espropriazione presso terzi ex art. 543 c.p.c. al posto di quelle, ben più economiche e celeri, previste dalla procedura ex art. 72 bis del DPR 602/1973 (che non necessita di alcun avvocato difensore, certamente non carica di ulteriori oneri aggiuntivi e superflui il contribuente, ha costi di gran lunga inferiori per il contribuente e –  comunque – si caratterizza per la sua spiccata celerità  nella esazione delle somme dovute dal contribuente, anche in funzione dell’interesse dell’Amministrazione, senza considerare che non intasa gli uffici giudiziari con ulteriore contenzioso)”.

Per questo l’Amministrazione comunale censura il comportamento della CE.R.IN.

 “Rileviamo – commenta il Sindaco di Bitonto - la totale ed assoluta inopportunità delle iniziative esecutive scelte dalla società, per l’evidente abuso di utilizzo di procedure giudiziarie esecutive perpetrato ai danni dei contribuenti, specie in questo particolare periodo di strutturale difficoltà economica e di gravi tensioni sociali nella nostra comunità. I pignoramenti presso terzi ex art. 543 c.p.c. fatti notificare nei giorni scorsi, per quanto consentiti dalla legge, rappresentano una scelta assolutamente non condivisibile per un soggetto – quale dovrebbe essere la CE.R.IN., nelle vesti di concessionario – che è tenuto ad espletare il servizio di cui trattasi in nome e nell’interesse della Pubblica Amministrazione, perseguendo la massima efficienza per le casse dell’Ente e con il minore aggravio di spese per i contribuenti, nei confronti dei quali, proprio in considerazione della congiuntura economica particolarmente critica, l’Amministrazione comunale ha operato scelte di solidarietà e di distensione sociale, approvando di recente un regolamento per una maggiore e più favorevole rateizzazione (sino a 24 rate per importi sino a 5 mila euro) del carico tributario”.

Per quanti necessitassero di chiarimenti e informazioni l’invito è a scrivere direttamente all’Assessorato alle Finanze all’indirizzoassessore.daucelli@comune.bitonto.ba.it.