"La Bussola della Trasparenza". L'assessore Domenico Nacci chiarisce la questione

"Resta la consapevolezza che molto resta ancora da fare per riempire di contenuti tutte le sezioni"

Stampa l'articolo
Dall'Assessore Domenico Nacci riceviamo e volentieri pubblichiamo. 

La classifica stilata dal Dipartimento della Funzione Pubblica relativa alla trasparenza dei siti web delle Pubbliche Amministrazioni, della quale si è molto parlato nei giorni scorsi, coglie solo su un aspetto meramente formale, in quanto mette in graduatoria i siti web sulla base di indicatori correlati alla realizzazione della struttura così come definito dall’Allegato A del D.Lgs. 33/2013. Non ha, come ampiamente specificato dallo stesso Dipartimento, nessuna correlazione con la presenza dei contenuti, tanto che le Amministrazioni monitorate sono invitate ad inserire “al fine di evitare le possibili distorsioni dall’uso dello strumento, i contenuti nelle rispettive sezioni”.

La soddisfazione espressa per il fatto che il Comune di Bitonto rientra tra gli enti che hanno allineato la struttura della parte del sito “Amministrazione trasparente” alle indicazioni normative sulla trasparenza e non è, quindi, tra i 3.400 Comuni fermi, che ad oggi risultano non avere ancora adeguato il proprio sito alle nuove disposizioni sulla trasparenza dettate dal Dlgs 33/2013, in vigore da sei mesi (fonte: Il Sole 24 Ore del 14.10.2013), rimane immutata al pari della consapevolezza che molto resta ancora da fare per riempire di contenuti tutte le sezioni.

Circostanza questa nota a tutti e dichiarata con estrema chiarezza nel Piano triennale per la trasparenza e l’integrità varato dalla Giunta Abbaticchio il 1° agosto scorso.

Scorrendo le tabelle allegate al Piano, infatti, è possibile scoprire l’esatta fotografia del patrimonio di dati resi pubblici e il cronoprogramma delle varie fasi di implementazione previste. Il documento contiene utili e dettagliate indicazioni che permettono, lungi da qualsiasi strumentalizzazione politica, di capire lo stato dell’arte in tema di contenuti per la trasparenza nel nostro Comune. Dalla sua lettura è quindi possibile scoprire quanti items informativi sono già soddisfatti e con quale livello di completezza e, soprattutto, quelli per i quali è pianificata una implementazione entro il 2014.

Si tratta ora di monitorare con attenzione il work in progress delle azioni programmate e in questa prospettiva le osservazioni dei cittadini saranno per noi molto preziose.