La cultura batte il Coronavirus. Nel nuovo numero del "da BITONTO" la sfida di questa "Estate Covid Proof"

In prima pagina, il ricordo di Michele Perrini, il giovane concittadino che ha perso la vita per un incidente sul lavoro

Stampa l'articolo

Il Coronavirus ha stravolto anche l’estate bitontina.

Il Comune di Bitonto ha infatti deciso di non pubblicare il bando per la Rete dei Festival, che garantisce il 50% della copertura finanziaria. Alcune rassegne hanno dovuto quindi annullare l’edizione 2020, altre invece hanno voluto comunque provarci, mettendo su un programma particolare, seppur ridotto.

Nello speciale del nuovo numero del “da BITONTO”, ora in edicola, abbiamo ascoltato assessore e organizzatori per farci raccontare come sarà questa “Estate Covid Proof”.

La copertina del mensile però è dedicata al ricordo di Michele Perrini, il giovane bitontino che ha perso la vita per un incidente sul lavoro. In prima pagina anche una riflessione sulla politica e la storia di don Vincenzo Mundo, ultimo parroco di S. Pietro in Vincoli.

Nella sezione CRONACA, spazio al rapporto della DIA e alla riduzione delle condanne per i nove imputati dell’omicidio Tarantino.

La POLITICA bitontina è impegnata per le prossime elezioni regionali, ma si rinnova anche a livello locale. Il PD riparte dal recente passato, rieleggendo segretario Francesco Brandi; Sud al Centro invece sarà guidato da Lillino Labianca.

Il TERRITORIO saluta l’ASV. Dal 1° agosto, è partita infatti la SANB. Obiettivo il porta a porta in tutta la città, per cui tuttavia si dovrà attendere. Tempi brevi invece sembrano essere previsti per l’installazione delle tubature Italgas che porteranno finalmente il metano nelle frazioni.

Se, con la prima colata di cemento, partono ufficialmente i lavori per la realizzazione degli alloggi popolari di via Nenni, il ponte su via Terlizzi continua ad essere una chimera. Il cantiere fermo da anni è ormai una discarica a cielo aperto.

Intanto, a Bitonto si pensa già al ritorno a scuola. Nel nuovo anno scolastico, “Caiati” e “Don Tonino Bello” perdono l’autonomia, mentre il Liceo Classico potrà avere più spazi grazie alla cessione gratuita alla Città Metropolitana dell’ex convento di Santa Teresa.

Nel settore FRAZIONI, spazio ad una riflessione sulla sicurezza urbana, ma anche al festeggiamento dei dieci anni di pastorali di don Emanuele Spano a Mariotto.

Lo SPORT bitontino vive ore di attesa per il giudizio della Federazione riguardo la presunta combine Picerno-Bitonto. Dal verdetto dipenderà anche il futuro dei neroverdi in serie C, appuntamento a cui la società si prepara puntando ancora su mister Taurino e sul nuovo ds Degli Esposti.

La Volley Bitonto intanto riparte nel ricordo del prof. Vincenzo Schiraldi. Nello staff ci sarà anche Francesco Racaniello, il coach bitontino che, a suon di successi, ha conquistato anche un posto sulla panchina della serie A2. Nella prossima stagione, sarà infatti il vice di Di Pinto a Taranto.

Come sempre interessanti i contributi offerti dai nostri rubrichisti: Michele Giorgio ci parla de “L’Italia tra democrazia ideale e democrazia”Antonio Castellano ci svela la storia della pittrice Nella Querci Mongiello e dell’economista Paolo Sylos Labini; Valentino Garofalo consiglia la lettura di “Come si comanda il mondo” di Giorgio Galli e Mario Caligiuri; Giovanni Vacca, nella sua “Parola dell’Anima” , dedica la sua attenzione alla “Trasfigurazione, festa dell’umanità luminosa”.

Il “da BITONTO” vi aspetta in edicola.