La piccola Rosalba si è svegliata. Crescono le speranze di ripresa

La bimba bitontina, affetta da SEU, sembra rispondere positivamente alla nuova terapia a cui è sottoposta

Stampa l'articolo

La piccola Rosalba si è svegliata e reagisce agli stimoli.

La bimba bitontina di due anni affetta da SEU (Sindrome Emolitica Uremica) sembra rispondere positivamente alla nuova terapia a cui è stata sottoposta.

Ricoverata da 10 giorni all’Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII di Bari, per la piccola è stata necessaria la somministrazione di un superfarmaco (finanziato dal Servizio Sanitario Nazionale): il Soliris, un anticorpo monoclonale da 4mila euro a fiala. I medici inoltre stanno utilizzando un nuovo sistema di lavaggio del sangue.

Le speranze che possa riprendersi sono in deciso aumento. Occorrerà però ora verificare eventuali danni cerebrali che, dai primi test, appaiono comunque lievi.