Lo stretto legame tra gioco d'azzardo patologico e usura. A Bari e Corato la prima tappa del progetto "La trappola dell'azzardo"

Appuntamento il 16 e 17 febbraio. Il progetto è promosso da Avviso Pubblico e BPER Banca

Stampa l'articolo

Ricomincia da Bari e Corato, il 16 e il 17 febbraio, la seconda edizione de “La trappola dell'azzardo”, il progetto promosso da Avviso Pubblico e BPER Banca, che ha l’ambizione di creare i possibili anticorpi per tutelare la salute dei più giovani, i più esposti ai rischi della dipendenza da gioco d’azzardo patologico, ma non solo.
 

Dopo le tappe di Roma, Torino, Genova, Napoli, Palermo e Modena realizzate nel 2023, il tour italiano continua con altre quattro tappe previste per il 2024 - Bari, Verona, Milano e Firenze - arricchendosi anche di nuove esperienze e prospettive.
 

Il primo doppio appuntamento sarà in Puglia, prima a Bari il 16 febbraio in un incontro aperto alla cittadinanza e accreditato dall'Ordine dei giornalisti della Puglia e dall'Ordine degli avvocati di Bari, dal titolo "Gioco d'azzardo patologico e usura. Due fenomeni, un legame sempre più stretto" e il giorno successivo, il 17 febbraio, a Corato (BA), dove saranno coinvolte le studentesse e gli studenti del Liceo artistico "Federico II, Stupor Mundi".