"Ma com'è possibile, in tempi di Coronavirus, sostituire quattro vagoni con un bus?"

Una lettrice ci scrive per raccontare un fatto anomalo accadutole ieri

Stampa l'articolo
Una lettrice ci scrive per segnalare un caso davvero strano avvenuto ieri. Leggiamo. "Buonasera, vorrei segnalare cosa mi è accaduto in data odierna (ieri, per chi legge). Io lavoro a Bari in banca e risiedo a Bitonto, pertanto ogni giorno (adesso in modo alternato), prendo il treno della Barinord per recarmi sul posto di lavoro. Questa mattina, alle 7.09 il treno è partito impiegando più del tempo previsto (60 min). A fine giornata lavorativa, mi sono recata in stazione e tutti i treni dalle 16.50 in poi risultavano soppressi. Il banco informazione mi diceva che dalle 12 in poi, da oggi al 3 aprile, non ci saranno più treni, in alternativa si potrà usufruire del bus sostitutivo. 4 vagoni sostituiti con un solo bus. Purtroppo per noi pendolari non è stata garantita distanza di sicurezza di minimo 1 metro come previsto da decreto tra un passeggero e l'altro, ma di nemmeno 50 cm. I passeggeri erano su 40 sedili disponibili circa 30.Ho scritto sul sito di ferroviebarinord ma senza alcun esito. Forse mi hanno anche bannato il commento perché purtroppo non lo visualizzo più. Questo continuo ignorarci è davvero scandaloso, inoltre non rispettano le norme di sicurezza covid 19. Spero possiate sollevare questo problema, perché personalmente rientro in coloro che devono garantire un servizio (quello bancario) e sono costretta a recarmi sul posto di lavoro, non posso stare a casa, pur desiderandolo tanto per proteggere la mia salute e dei miei cari. Inoltre, non ho altri mezzi di trasposto alternativo".