Mattoni sconnessi e cassetta del gas incerottata. Non se la passa proprio bene Piazza Padre Pio

Una volta simbolo di quel cosiddetto “quartiere borghese” della nostra città. Adesso non lo è più

Una volta simbolo di quel cosiddetto “quartiere borghese” della nostra città. Adesso non lo è più. Non da ieri, ma da almeno un paio d’anni. 

Per fortuna, però, nella stagione estiva, i bambini ci giocano e ci si divertono. 

Ma, purtroppo, per piazza Padre Pio è proprio questo il problema. Non è più un luogo a misura dei più piccoli. 

Da circa un anno a questa parte, infatti, nella centralissima piazza cittadina la pavimentazione dà segni di forti squilibri e disconnessioni. Come le foto certificano, infatti, più di qualche mattone presenta qualche crepa ed è tutt'altro che in condizioni ottimali. 

Ed è soprattutto la parte prossima all'ingresso maschile della scuola elementare “Nicola Fornelli” e quindi prospiciente su via Repubblica, a soffrire di più.

La situazione è ancora più pericolosa perchè, come si diceva, per tutta la bella stagione i pargoli consumano qui parte della loro giornata. Con rischio enorme per la loro incolumità. 

Ovviamente, già nei giorni scorsi, giurano i frequentatori più assidui della piazza, più di qualcuno, donne in particolare, è caduto riportando fortunatamente soltanto spavento e graffio.

Da Palazzo Gentile, però, sembrano siano pronti ad intervenire. «La sconnessione della pavimentazione è da addebitare principalmente alle alte temperature – afferma l'assessore ai Lavori Pubblici, il sindaco Michele Abbaticchio – ed è la stessa situazione capitata lo scorso anno per piazza Aurelio Marena. Oggi (ieri per chi legge, ndr) è in programma un sopralluogo dell'ufficio tecnico per la sostituzione delle mattonelle».

Non è tutto, purtroppo. Perchè nella parte vicina all'ingresso femminile dell'istituto scolastico, anche la piccola cabina del gas ha passato giorni migliori.

C'era una volta la “casa” dei più piccoli. C'era volta il gioco di un bambino. E vogliono che sia ancora...