“Microchippiamoli – Padroni più responsabili”. La terza giornata dedicata agli amici a quattro zampe

Durante l'evento sono stati microchippati 26 cani e 1 gatto, nella speranza che sia il primo di una lunga serie

Stampa l'articolo
“Microchippiamoli – Padroni più responsabili”. La terza giornata dedicata agli amici a quattro zampe Ph: Michele Tadino

Nella splendida cornice della Villa comunale ha avuto luogo domenica la terza giornata dedicata alla microchippatura dei cani e gatti di proprietà “Microchippiamoli – Padroni più responsabili”, organizzata dall’Amministrazione comunale di Bitonto, in accordo con il Dipartimento di Prevenzione - Servizio Veterinario dell’ASL Bari e in collaborazione con il Centro operativo protezione animale (COPA).

Nonostante non ci fosse molta affluenza, i volontari delle associazioni coinvolte si sono impegnati per rendere la giornata memorabile intrattenendo il pubblico mediante le attività dimostrative, di ricerca e difesa personale a cura dell’ANFI (Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia), sezione di Bitonto, presieduta dal Luogotenente in congedo Luigi Noviello e dell’unità READ (Reparti Addestrativi) e attraverso le prove di obedience, volte ad insegnare al cane un comportamento controllato e collaborativo con il proprio partner, effettuate dagli allievi dall’a.s.d “Working dogs” e dal suo addestratore Aldo Bucci .

Durante l’evento, coordinato dalle Guardie Zoofile, Cinzia Garofalo e Antonella Montagna e dal Capo nucleo Provinciale della sede operativa di Bari delle Guardie Zoofile della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Raffaele Granieri, sono stati microchippati dal dott. Puntorieri: 26 cani e 1 gatto, nella speranza che sia il primo di una lunga serie.

All’interno dell’incontro, moderato nuovamente da Silvia Giammarelli, hanno preso parte anche gli agenti della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, le Guardie Zoofile Venatorie di Bitonto e il Tenente del Comando della Polizia Municipale, Silvana Dimundo.

Un ringraziamento particolare va anche a Gino Ancona, a cui è stato consegnato un attestato per il suo ruolo di allevatore di schnauzer, agli operatori del S.A.S.S. PUGLIA, N.P.C. PUGLIA, ENAL Caccia, e C.O.P.A, alla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Delegazione di Bitonto, e ai fotografi, Michele Tadino e Francesco Liuzzi.

Ricordiamo a tutti coloro che non abbiano fatto in tempo a portare il proprio animale domestico, che sarà possibile eseguire nuovamente la microchippatura nei prossimi incontri che avranno cadenza mensile e che sarà possibile microchippare anche i gatti di proprietà.

La procedura da seguire è sempre la stessa: il proprietario (necessariamente maggiorenne) dovrà presentare la ricevuta del versamento di 6,60 euro (c/c postale n. 679704 – intestato a: ASL/BA – causale: inserimento microchip e iscrizione anagrafe canina), la fotocopia del codice fiscale e del documento di identità.