Nella Basilica dei Santi Medici gremita di persone l’ultimo saluto al maestro Marco Vacca

Don Vito Piccinonna: “Marco Vacca è stato un vero modello di laico appartenente alla comunità cristiana, pur essendo impegnato nella scuola come un maestro con alta professionalità”

Stampa l'articolo
Ieri pomeriggio nella Basilica dei Santi Medici il parroco-rettore don Vito Piccinonna ha presieduto la liturgia eucaristica esequiale di Marco Vacca hanno concelebrato: don Francesco Spierto e don Tommaso Genchi (vice parroci Santi Medici), don Ciccio Acquafredda (parroco Concattedrale), don Vincenzo Cozzella (parroco San Silvestro), don Domenico Natilla (parroco Santa Maria Assunta), don Nicola Cotrone (parroco Cristo Re Universale), don Nicolino Antonio Sicolo (vice parroco Sant’Agostino), don Gaetano Coviello (parroco Buon Pastore), hanno partecipato con sentimenti di commozione la famiglia, il sindaco, gli alunni rappresentanti delle scuole primarie: “N. Fornelli”, “G. Caiati”, “Don Milani”, “F. Cassano”, “G. Modugno”, i dirigenti scolastici, i docenti, i fedeli della comunità parrocchiale, gli amici delle molteplici realtà ecclesiali e pastorali. Il sindaco ha proclamato il lutto cittadino dell’intera città per la morte del maestro Marco Vacca una persona illustre e carismatica, che è stato protagonista di un impegno appassionato e incondizionato, sempre attento alle esigenze degli ultimi e meno fortunati, nella scuola, nella chiesa e nella società civile. Don Vito Piccinonna nell’omelia ha ricordato con semplicità l’esemplare itinerario di vita scolastica, sociale e cristiana del maestro Marco Vacca molto conosciuto dai bitontini. Al termine della celebrazione il sindaco dott. Michele Abbaticchio ha testimoniato l’amicizia che legava con Marco Vacca: “Tutti i suoi alunni, me compreso, si sono sentiti figli suoi. E’ stato una guida per tutti coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerlo in vita. Auguro a tutti voi di avere il privilegio, almeno una volta nella vita, di conoscere un essere umano come Marco Vacca. Il Maestro”. Il prof. Vincenzo Robles ha ricordato: “I bitontini hanno avuto la fortuna di essere stati arricchiti dal suo sapere, ma anche dal suo essere, nelle diverse realtà laiche ed ecclesiali”. La docente ins. Teresa Mastro sui social ha affermato: “Grazie Marco Vacca. Maestro, collega, catechista, grande sostenitore del “Progetto Anzibam” della Scuola Primaria “N. Fornelli”. Per tante generazioni sei stato un grande esempio di uomo di fede sempre impegnato nella vita quotidiana a dar voce alle ingiustizie. Non ti dimenticheremo”. Il prof. Giuseppe Cannito ho avuto l‘onore di conoscere in primis Marco Vacca nelle diverse parrocchie bitontine e di condividere con lui diverse attività pastorali, sociali ed ecclesiali che mostrava dedizione, attenzione e rispetto verso tutti. “E’ stato un laico ancorato nella fede, la sua voce e il suo sorriso erano le prime particolarità della sua umanità, ha generato nel cuore dei bambini e dei laici bitontini sentimenti di affetto e stima, nel promuovere una cultura laica e cristiana che lui mostrava con tenerezza, semplicità e naturalezza per il bene della città di Bitonto”.