Ordigno esplode davanti ad un’abitazione del centro storico. Denunciato il responsabile

Si tratta di un 18enne residente in zona. Alla base dell'accaduto, un diverbio avuto nei giorni scorsi con il proprietario della casa

Stampa l'articolo

 

Non c’è limite alla violenza tra le strade di Bitonto. 

Ai già tanti episodi di criminalità che sconvolgono la città quasi quotidianamente, si aggiunge ora anche l’accensione di un piccolo ordigno esplosivo dinanzi all’ingresso di abitazioni private. 

Un altro episodio che testimonia fino a che punto possano spingersi l’arroganza e la follia dei delinquenti nostrani.

Erano all’incirca le 22.45 di ieri, quando un fortissimo boato ha terrorizzato gli abitanti di Via Civilizio, già Cicciovizzo, e dell’intero isolato. 

A provocarlo l’esplosione di un petardo di grosse dimensioni posizionato davanti ad una delle antiche palazzine che si ergono nella tortuosa e storica strada vicino Porta La Maya. 

Fortunatamente la via era deserta e nessuno degli abitanti dell’immobile era nei pressi della porta in vetro, andata in frantumi. 

Al momento dell'esplosione in casa erano presenti la figlia ed uno dei due coniugi residenti nell’immobile, la moglie. 

L’altro coniuge, il marito, è sopraggiunto subito dopo. 

Sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia di Stato per effettuare i necessari rilievi e per raccogliere la denuncia.

Ignoti, al momento, l’identità degli autori del gesto criminale e il movente. 

Ma pare che, negli scorsi giorni, alcuni cittadini abbiano avuto un alterco con dei ragazzi che solitamente sostano proprio lì e infastidiscono i residenti. 

La zona, infatti, non è certo nuova alle vicende di cronaca, come hanno raccontato gli abitanti. 

Pare, secondo alcune testimonianze, che uno di questi giovani teppisti abbia, in seguito al confronto, annunciato in tono minaccioso che non sarebbe finita lì e che sarebbero tornati a farsi sentire.

Aggiornamento ore 13.30. Arrivano i primi riscontri da parte degli agenti del Commissariato di Polizia che indagano sui responsabili dell'esplosione di ieri sera, provocata da un petardo con 30 grammi di polvere pirica. 

Poco fa è stato denunciato un 18enne residente proprio in zona. Il ragazzo ha giustificato la sua azione ammettendo che nei giorni scorsi c'era stato un acceso diverbio con il proprietario della casa danneggiata.