Ottobre rosa, prevenire il tumore al seno a tavola

Dopo la vendita dei braccialetti, la LILT delegazione di Bitonto promuove il “Menu Rosa” a Gizero

Stampa l'articolo

Ottobre è rosa. Bitonto è rosa.

Questa volta, però, il colore non è da associare al “Giro d’Italia”, ma ad una campagna di sensibilizzazione che sta facendo “tappa” in tutta la penisola.

Si tratta della campagna Mese Rosa, organizzata dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) per diffondere la cultura della prevenzione del tumore al seno.

L’associazione può vantare anche nella nostra città una delegazione che ha accolto a braccia aperte l’invito della base.

Presente da 10 anni sul territorio e da solo sei mesi sotto la guida della psicologa dott.ssa Anna Maria Marrone, la LILT delegazione di Bitonto può contare su un gruppo di lavoro composto da volontarie dai 20 anni in su.

E sono proprio loro le artefici delle iniziative promosse in questi giorni.

L’ultima trovata mira a “prendere per la gola”.

Dal 18 al 31 ottobre, infatti, presso il ristorante-pizzeria Gizero si potrà ordinare il “Menu Rosa”.

Con una spesa totale di 15 euro, i clienti potranno gustare antipasti, un primo o una pizza a scelta, una bevanda e un dolcetto, contribuendo ad aiutare la ricerca. Per ogni menu, infatti, il locale devolverà alla LILT il prezzo del coperto, pari ad 1,50 euro (già incluso nel prezzo).

Ma questa è solo una delle tante iniziative promosse dalla LILT delegazione di Bitonto.

Lo scorso 13 ottobre, infatti, le stesse volontarie hanno organizzato su Piazza Padre Pio una vendita di braccialetti da loro realizzati.

Gli stessi, al costo di 2,50, possono ancora essere acquistati su richiesta o durante il seminario che Gizero ospiterà il 28 ottobre.

Nella stessa occasione le donne potranno anche tesserarsi, versando una quota associativa di 40 euro.

“La quota permette di usufruire, per tutto l'anno, di visite di prevenzione oncologica a prezzi contenuti, possibili grazie ad una convenzione con un ambulatorio bitontino” ci spiega Anna Maria Marrone.

Nel dettaglio, le socie della LILT possono effettuare la visita ginecologica (comprensiva di pap test, ecografia e visita) al costo di 20 euro; la visita senologica(comprensiva di ecografia al seno, mammografia e visita) a 40 euro. Al costo di 20 euro ciascuna si potranno effettuare la visita urologica e la visita pneumologica, mentre la visita dermatologica è gratuita per i possessori di tessera.

Inoltre, chi si assocerà entro il 31 ottobre avrà diritto ad uno sconto del 10% da consumare entro un mese dal tesseramento nei 4 locali commerciali sponsor dell’iniziativa (COSE – Accessori Moda; SPLASHANDPLAY – Piscina-Ludoteca; BODY SPACE – Centro Estetico ed ERBORISTERIA ECOSALUTE).

“Un invito a prendersi cura di sé a 360 gradi o a riscattarsi dalla malattia subita, ritrovandosi e scegliendo nuovi percorsi di vita”continua la psicologa.

Una cura che presta attenzione ai dettagli quella del gruppo e della sua responsabile.

“Da noi la persona viene prima del paziente e l’attenzione rivolta ad ognuna delle Persone incontrate è il nostro leitmotiv!”