Parte l'avventura dell'Usd Bitonto. Il presidente Francesco Rossiello: "Vogliamo far divertire i nostri tifosi"

Gran bella festa in piazza, ieri sera, con entusiasmo, spirito e colori immutati

Stampa l'articolo
Il calcio all'ombra degli Ulivi riparte da una società di nuovo conio, ma che sa di antico. L'unione sportiva dilettantistica Bitonto si è presentata ier sera alla città con entusiasmo, spirito e colori, neroverdi of course, immutati. Sul palco di una piazza Moro gremita di tifosi inebriati - cori, fumogeni, bandiere: bellissimo -, al microfono del simpaticissimo Nicola Vacca di Radio Doppio Zero, si sono succeduti il fiduciario CONI Nicola Lavacca, che ha sottolineato l'importanza del momento storico e la necessità morale di sostenere chi ha scalato categorie, facendo mille sacrifici; il consigliere regionale Domenico Damascelli che ha rimarcato il fatto che la società ha regalato alla comunità bitontina un grande dono: aver dato una grande squadra in un torneo prestigioso; per l'assessore al patrimonio Domenico Nacci, questo progetto, che lo ha visto in passato anche protagonista, è a tutti gli effetti vincente, e perciò l'amministrazione sosterrà per quanto possibile il sodalizio. Raggiante e soddisfatto, il presidente Francesco Rossiello: "Vogliamo far divertire il nostro pubblico, cercando di non deludere tutti i nostri sostenitori". Saggio, come sempre, mister Massimo Pizzulli, che a fine anni Ottanta iniziò a pedatare proprio con i leoncelli: "Il girone è durissimo, con tante squadre favorite, pugliesi e campane soprattutto, ma noi siamo pronti a far bene". La rosa appare la giusta miscela tra scafati pedatori rotti a tutte le pugno e giovani virgulti di ottime speranze. Fiore all'occhiello, il segretario generale ex Bari, Paolo D'Aucelli. Dunque, parte sotto i migliori auspici la nuova avventura dei leoncelli nel girone H del Campionato nazionale di Serie D.