L'Auxilium lascia la sede, abusivi tentano di occuparla

Il comune, in accordo con le forze dell'ordine, rimuove i cancelli per ristabilire la legalità

Stampa l'articolo

Dopo il terribile furto ai danni della Cooperativa “Auxilum” del 15 marzo scorso (leggi qui: https://bit.ly/2UC5Wk3) e la rissa di una settimana prima in cui, a farne le spese, fu un giovane extracomunitario (leggi qui: https://bit.ly/2TkVbpA), ieri la sede è stata sgomberata e trasferita in altra sede per ragione di sicurezza e incompatibilità ambientale tra i residenti abusivi e l'utenza fragile. Nel frattempo, però, già un'altra donna, con due bambini, si era impossessata dell'immobile in piazza Moro all'interno dell'ex Democrazia Cristiana. L'intervento repentino della Polizia di Stato ha scongiurato che l'occupazione si concretizzasse. La Polizia Locale, intanto, per tutta la notte ha sorvegliato la struttura e - in coordinamento con le Forze dell'Ordine – sono state divelte le cancellate della struttura per avere, così, più legalità e trasparenza di quel che avviene all'interno. Inoltre, è stata murata l'ex sede “Auxilium” per evitare che ci fossero ulteriori forme di illegalità. “Abbiamo attestato la presenza dello Stato, grazie alla Polizia e ai Vigili – hanno detto dall'assessorato ai Servizi Sociali -. Spostare l' “Auxilium” non significa fare un passo indietro, ma tutelare l'utenza e gli operatori”.