Rapina numero 7: vittima un bar in Piazza XXVI Maggio 1734

Ieri pomeriggio due giovani rapinatori hanno fatto irruzione nel locale nei pressi del Santuario dei Santi Medici

Stampa l'articolo

Continua inarrestabile l’escalation di criminalità in città.

Tra colpi di pistola sparati qua e là e rapine ad esercizi commerciali e in campagna, Bitonto sembra destinata a non poter vivere un giorno di assoluta tranquillità.

Ieri pomeriggio, l’ennesimo, ultimo, episodio: una rapina ai danni di un bar in via Vito Siracusa, strada che si affaccia su Piazza XXVI Maggio 1734, nei pressi del Santuario dei Santi Medici.

Due giovani, col volto camuffato da cappellino ed occhiali da sole, sono entrati all’interno del bar e, con molta calma e nonchalance, approfittando dell’assenza di altri clienti, hanno puntato la pistola verso il barista a debita distanza e, in rigoroso dialetto, hanno chiesto l’incasso.

Un gioco da ragazzi, così, farsi dare i soldi, appena 100 euro. Una volta ritirata la somma di denaro, i due “gentili” rapinatori sono andati via a bordo di un motorino.

Dopo la rapina, sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Polizia che hanno visionato anche le immagini delle telecamere del locale, che potrebbero risultare utili alle indagini, seppure non siano servite a molto in un primo momento, in quanto non aiutano a identificare al meglio i volti dei due giovani rapinatori, bravi a nascondersi e a ben coprirsi.

Con la rapina di ieri, dunque, si sale a quota sette nell’ultima settimana. Un bollettino di guerra, una media quotidiana facile da calcolare. E quella sensazione, triste, amara, di un numero destinato purtroppo ancora a crescere.