Restyling completo (o quasi) di tutti gli edifici scolastici cittadini, lo annuncia il sindaco

Ma priorità assoluta all'Istituto comprensivo “Modugno-Rutigliano” e alla “Don Tonino Bello” di Palombaio

Restyling completo (o quasi) di tutti gli edifici scolastici cittadini, ma priorità assoluta all'Istituto comprensivo “Modugno-Rutigliano” e alla “Don Tonino Bello” di Palombaio.

Il sindaco Michele Abbaticchio torna sul “finanziamento” di 1 milione e mezzo di euro che Bitonto è riuscita a strappare per l'edilizia scolastica, e lo fa spiegando la lista dei lavori.

«Il Comune di Bitonto, insieme a Corato, è l'unico caso-ente locale (in provincia di Bari e nella Bat) che è riuscito a procurarsi finanziamenti per tutti gli assi di sviluppo messi a disposizione dal decreto Renzi: "scuole sicure", "scuole belle" e "scuole nuove"».

Soldi, allora, che in primispermetteranno di rimettere a nuovo l'istituto di piazza Isabella d'Aragona che, risalente ai primi anni '70, necessita di un intervento  importante, perché i bagni e la palestra sono in uno stato fatiscente, un'intera parte della struttura è inutilizzabile, e ci sono anche tetti da riparare e da mettere a norma.

Interventi massicci non mancheranno anche all'istituto di Palombaio, dove verranno riparati gli impianti termici e saranno create nuove aule.

Ma non è tutto, perché il primo cittadino promette anche interventi di manutenzione anche agli altri istituti scolastici bitontini, quasi tutti bisognosi di migliorie strutturali.