Rete fognaria, partiti i lavori di potenziamento ed estensione

In attuazione del Piano operativo triennale 2010 – 2012, l'Acquedotto pugliese ha programmato infatti una serie di interventi, dal costo complessivo di 8 milioni di euro

Stampa l'articolo

Sostituzione dei tronchi vetusti della rete fognaria cittadina. Potenziamento ed estensione della rete idrica e fognaria a Bitonto e nelle frazioni. Manutenzione delle arterie stradali interessate (ben 34, per un totale di 15 km urbani). La città è pronta a un restyling e a diventare un cantiere aperto.

In attuazione del Piano operativo triennale 2010 – 2012, l'Acquedotto pugliese ha programmato infatti una serie di interventi, dal costo complessivo di 8 milioni di euro (fondi comunitari) e approvati l'anno scorso dal Consiglio comunale, miranti al miglioramento del servizio idrico integrato.

Sono tre i progetti che l'Aqp ha in programma. Il primo (già iniziato più di un mese fa in via Valenzuolo e che in questi giorni sta proseguendo in via Tasso) è la sostituzione dei tronchi vetusti della fognatura nera. Intervento che consiste da un lato nel rimpiazzamento della tubazione e dall'altro applicazione per inversione di guaine tubolari tessili (il cosiddetto relining) senza effettuare alcun tipo di scavo. Il relining sarà attuato in via Mazzini, via Ildaris, via San Giorgio, piazza Caduti del Terrorismo, via Garibaldi, via Repubblica, via Crocifisso, via Zuavo e piazza Isabella D'Aragona. La sostituzione, invece, riguarderà via Valenzuolo, via Ildaris, piazza Caduti del Terrorismo, via Crocifisso, via Tasso angolo via Immacolata. La consegna dei lavori è prevista il 28 dicembre.

Il secondo progetto prevede il potenziamento e l'estensione delle reti idriche in città e nelle frazioni. Saranno realizzati due collettori: il primo andrà da via Abbaticchio a via Angelini, passando per via Palombaio, via Traiana e via Imbriani, il secondo collegherà ponte Santa Teresa a via Ricapito. Nelle frazioni, invece, è previsto il potenziamento della condotta esistente lungo la sp 89; la realizzazione di una nuova condotta lungo via Napoli e via Bernini a Mariotto; la realizzazione di una nuova condotta a Palombaio tra via Aspromonte e corso Vittorio Emanuele e sostituzione di quella già presente tra via Pennone e via Manzoni. Tempo stimato per i lavori (che non sono ancora iniziati) 540 giorni. «Con questi interventi – ha affermato Francesca Portincasa, manager macro area Bari – Bat per l'Aqp - riusciremo a coprire anche quella parte residuale delle frazioni che non era coperta dalla rete».

L'Acquedotto interverrà anche sulla rete fognaria cittadina e delle frazioni, a causa dell'insufficienza di funzionalità di alcuni collettori principali e per la presenza di cunicoli in stato di degrado. In modo particolare, da via Cognetti hanno previsto interventi in via Ammiraglio Vacca, via Magenta, via Carducci, via Labini, via Ancona, via Sulmona, via Matteotti, e via Bovio. Nelle frazioni si lavorerà sulla condotta che raccoglie i reflui provenienti da Mariotto e Palombaio. Anche in questo caso tutto si realizzerà in poco più di un anno.

Non finisce qui, perchè Francesco Avitto, direttore dei lavori, ha garantito che l'Aqp provvederà anche al rifacimento del manto stradale delle arterie interessate ai lavori. «Ma dopo 60 giorni dalla fine dei lavori – ha ricordato Avitto – perchè le nuove normative prevedono il controllo sottotraffico per valutare assestamenti e cedimenti».

Il sindaco Michele Abbaticchio ha espresso il suo entusiasmo perchè «Bitonto è uno dei pochissimi Comuni che riceverà questo intervento massiccio da parte dell'Acquedotto, e anche perchè così risolveremo un problema, quello del manto stradale, che rimbalza da oltre vent'anni a questa parte». Abbaticchio, poi, ha annunciato che la collaborazione tra Aqp e il Comune ben presto si materializzerà anche per i lavori al depuratore (potenziamento della sua capacità e eliminazione odori sgradevoli) che dovrebbero partire a novembre.