Rubavano cavi di rame: arrestati due bitontini dai Carabinieri

Sono stati sequestrati i loro arnesi, tronchesi, un'accetta e del nylon munito di moschettoni. I due malviventi sono stati portati in carcere

Stampa l'articolo

Erano in località Pertusillo, tra Terlizzi e Mariotto, intenti a sezionare e stipare all’interno della loro autovettura una grossa quantità di cavi di rame, ma sono stati sorpresi e arrestati dai Carabinieri.

I due bitontini, alla vista dei militari della Tenenza di Terlizzi, hanno cercato di darsi alla fuga, ma dopo un breve inseguimento, sono stati fermati all’altezza del centro abitato della città dei fiori e condotti in caserma.

Dagli accertamenti degli uomini dell’arma è emerso che i cavi, appartenenti ad una linea Telecom, erano stati tranciati ed asportati poco prima, causando l’interruzione dei collegamenti telefonici ad un gruppo di abitazioni rurali della zona: alcuni, barbaramente tagliati, erano ancora attaccati ai tralicci in legno. I cavi sono stati restituiti all’azienda.

Sull’autovettura dei malviventi sono stati ritrovati arnesi per lo scasso come tronchesi, una grossa accetta, dei cavi in nylon muniti di moschettoni. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro.

Per i due uomini, entrambi pregiudicati, è scattato l’arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, sono stati condotti in carcere.

Continua, quindi, senza sosta l’attività dei Carabinieri per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio, anche con buoni risultati.