"Siamo sicuri di essere al sicuro?". Torna il "da BITONTO" con un'inchiesta sulla sicurezza in città

Tanti gli argomenti trattati nel nuovo numero, da oggi in edicola

Stampa l'articolo

Furti d’auto, case svaligiate, campagne depredate. Anche quest’estate la delinquenza ha fatto sentire la sua presenza a Bitonto e tra i cittadini serpeggia sempre più la sensazione di non essere al sicuro.

La “questione sicurezza” è al centro dell’inchiesta del numero di agosto del “da BITONTO”, da oggi in edicola.

Lo speciale, annunciato in prima pagina dall’editoriale del direttore Mario Sicolo, analizza l’utilità delle telecamere, ospita testimonianze e consigli e riflette sulle possibili soluzioni, adattate in altri paesi.

Ma, come sempre, non è questo l’unico argomento trattato nel mensile.

A pagina 2, nella sezione CRONACA di Pasquale Scivittaro, si viaggia alla scoperta degli antichi frantoi, si approda in Messico con le opere dell’artista Teresa Palacios e ci si emoziona con il banco del piccolo Donald, conservato nella segreteria del Liceo Scientifico “Galilei”.

Il settore POLITICAdi Nicolangelo Biscardi si apre invece con una lunga intervista al sindaco Michele Abbaticchio. Il primo cittadino è più che mai al centro delle polemiche: quella con i Socialisti, silurati dalla maggioranza per le loro posizioni ambigue, e quella con “Bitonto in Movimento”, frutto di un equivoco degli attivisti 5 stelle.

Bitonto, intanto, si fa conoscere a Venezia e a Rio de Janeiro. Nelle pagine di TERRITORIO, gestite da Viviana Minervini si raccontano infatti le esperienze del giornalista e critico Domenico Saracino alla 73^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematrografica; di Roberta Sgaramella, guida turistica alla 15ma Mostra Internazionale di Architettura “Reporting from the front”, e di Nicola Ciocia nella N.O.C. Assistent della delegazione italiana alle Olimpiadi di Rio.

Molto meno piacevole, invece, è il viaggio verso le Marche della docente Marisa Coviello, costretta all’esodo a causa della “Buona Scuola”. Spazio anche al ricordo di Stefano Rossi, artigiano della pietra pugliese.

Non mancano anche le novità sull’emergenza rifiuti e sull’aumento della TARI che costerà ai bitontini quasi 18 euro in più.

Nella sezione CULTURA E TRADIZIONI di Loredana Schiraldi, ampio spazio ai Festival che si sono tenuti in città: il “Bitonto Opera Festival”, che già si prepara alla stagione invernale dopo il successo di “Pagliacci”, il “Beat Onto Jazz”, “Ti fiabo e ti racconto” e il “Festival della Poesia”.

Nelle FRAZIONI, settore di Carmela Moretti, si tira un sospiro di sollievo per lo sconto del 20% ottenuto sulla TARI. A Mariotto intanto è tutto pronto per la Festa Patronale in onore di Maria S.S. Addolorata.

Il settore SPORTdi Carlo Sblendorio, infine, svela la ricetta vincente dell’Us Bitonto e con il presidente Rossiello traccia gli obiettivi per la nuova stagione dell’Omnia. Panoramica anche sull’ASD Virtus Bitonto che parte per la nuova stagione, nel ricordo di Donald, il cestista scomparso al cui nome sarà legato un premio.

Spazio poi alle glorie passate, come il regista neroverde Peppino Suriano, e alle stelle nascenti, come l’arbitro bitontino Fabio Natilla, sbarcato in Lega Pro.

Si rinnova l’appuntamento con le nostre rubriche: nella “Terza Pagina”, grazie ad Oronzo Maggio, si ricorda “L’Oratorio Rex Salomon” di Tommaso Traetta, mentre Peppino Calamita parla della “nostra” Santo Spirito; “il Pinto della situazione” pone l’attenzione sulla rottura nella maggioranza, Michele Giorgioricorda il professor Rocco Labellarte, l’Associazione “PraticaMente”, in occasione dell’Esaltazione della Sacra Croce, ci parla de “La Croce, simbolo dell’eterno contrasto amore ed odio-vita e morte”, Valentino Garofalo raccomanda la lettura di “Libertà attiva” di Ralf Dahrendorf.