Termina la settimana europea della mobilità sostenibile

Mobilitiamoci per un mondo migliore

Stampa l'articolo

Si è conclusa ieri mattina la lunga Settimana europea della mobilità sostenibile che ha visto Bitonto concretamente impegnata nella promozione di un modo antico ma ancora attuale di spostarsi da una capo all’altro della città, senza essere schiavi della propria macchina o moto.

Tante le associazioni che vi hanno aderito e che hanno presentato progetti interessanti e validi. Nella mattinata di ieri ad occupare la Villa Comunale il Laboratorio creativo, a cura di Rimescoliamoci che ha realizzato piccoli cartelli successivamente affissi alle bici dei partecipanti, con slogan volti a promuovere l’uso del ciclo veicolo. Al termine della realizzazione e affissione dei cartelli si è dato il via alla passeggiata collettiva, ognuno a bordo del proprio velocipede, che ha percorso prima l’antica e poco agibile pista ciclabile e poi quello che sarà il futuro sentiero ciclopedonale, che attraversa alcune delle arterie più centrali di Bitonto, giungendo fino al centro antico; un progetto, questo, a cura del centro di aggregazione giovanile Liberi Tutti.  

In Piazza Partigiani d’Italia, antistante la Villa Comunale, si è poi proceduto con l’esposizione di veicoli elettrici. I gazebo allestiti a cura di EV-Charging, EcoConsult e Gruppo ETIS, oltre a dare informazioni generiche sulle più comuni fonti di energia rinnovabili, come il fotovoltaico, hanno anche offerto ai visitatori la possibilità di provare i mezzi elettrici. I vantaggi di una scelta ecosostenibile e intelligente sono tanti, si può infatti partire da una spesa minima pari ad un euro per la ricarica del veicolo, che permetterebbe di percorrere fino 50 km, per non parlare di quanto potrebbe giovarne l’ambiente, perennemente appesantito dai gas di scarico dei motori a benzina o a diesel.

 

«Io non voglio essere il prodotto del mio ambiente. Voglio che il mio ambiente sia il mio prodotto», Jack Nicholson.