"Trecento volte tra la gente". È in edicola il nuovo numero del da BITONTO con inchiesta sul lavoro

In prima pagina un'esclusiva intervista al pm Michele Ruggiero

Stampa l'articolo

“Trecento volte tra la gente”.

Con il numero di febbraio, da oggi in edicola, il da BITONTO festeggia la trecentesima uscita del giornale fondato da Franco Amendolagine.

Un’eredità ardua quella consegnata da don Franco che, come spiegato nell’editoriale del direttore Mario Sicolo, si traduce in un impegno costante. L’imperativo è ascoltare il cuore della città che oggi piange la “Crisi del lavoro e il futuro che non c’è”.

È questo il titolo dell’inchiesta che si sviscera nelle pagine centrali del numero 300.

In prima pagina, invece, un’intervista esclusiva al pm bitontino Michele Ruggiero.

Dalle parole del Pubblico Ministero a quelle di Giovanni Procacci ospitate a pagina 2. Nella sezione CRONACA di Pasquale Scivittaro, infatti, si celebra la nascita del “reddito di dignità”, la legge varata dal Consiglio regionale pugliese.

A tener vivo il dibattito politico bitontino invece è l’affaire Cerin. Nel settore POLITICAdi Nicolangelo Biscardi, oltre ai dettagli sull’operazione che ha portato all’arresto di Giuseppe e Mario Colapinto, anche i pareri dell’assessore al Bilancio, Michele Daucelli, e del piddino Franco Natilla.

Spazio poi alle prime dichiarazioni dei neoconsiglieri Michele Valeriano (Sel) ed Emanuele Schettini (Laboratorio) e all’esclusiva intervista all’onorevole Dario Ginefra (PD).

Le pagine di TERRITORIOdi Viviana Minervini si aprono con il focus per scoprire le cause dell’invasione della processionaria, l’insetto pericoloso per la salute che ha infestato le scuole bitontine. Ma dal fronte scuola emergono anche novità positive, come il “Thinking coding”, il nuovo progetto della scuola elementare “Fornelli”.

Si continua con la nascita dell’Urban Center, della prima stazione condominiale per la ricarica di auto elettriche e con le evoluzioni dell’Affaire Fer.live. E ancora “Philia”, l’encomio al bitontino Antonio Modugno e la mini indagine per verificare se Bitonto è a prova di disabile.

La sezione CULTURA E TRADIZIONI di Loredana Schiraldiparte con il ricordo, grazie a Memento e alla proposta di ristrutturare il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale. Spazio all’arte con lo spettacolo teatrale “Tante facce della memoria” e con il nuovo progetto di crowfunding del pianista Costantino Carrara, senza dimenticare il centenario dell’Istituto Sacro Cuore e la visita dell’onorevole Losacco ad un nostro gioiello: la Galleria Nazionale di Puglia “Devanna”.

Dalle FRAZIONI, settore di Carmela Moretti, i pregi e i difetti della raccolta porta a porta, l’aumento del costo del pullman e l’inizio dei lavori alla scuola “don Tonino Bello” di Palombaio.

Tante le curiosità nella sezione SPORT di Carlo Sblendorio. Si parte con il ricordo di Lo Prete a cura della rubrica “Sport e Vita” per proseguire con i nuovi progetti dell’Olimpia Torrione, i successi dell’ASD Karate Club, il nuovo movimento femminile dell’Omnia Rugby e con la “migliore società emergente del 2015”: la Bitonto Sportiva. Infine, spazio al calcio e al futsal con le novità dal mondo U.S. Bitonto, Omnia Bitonto e Città di Bitonto.

Immancabili le nostre rubriche: “il Pinto della situazione” con “Benvenute unioni civili”, Michele Giorgio ci parla di “Padre Pio, maestro di contemplazione e di azione. Santo della globalizzazione e simbolo del giubileo”, Valentino Garofalo ci presenta il libro “Il grande silenzio”, Antonio Castellano ricorda Edio Felice Schiavone, Domenico Achille e l’associazione “PraticaMente” propongono la poesia “Paris at night” di Jacques Prévert.

E non è tutto. Tanti altri spunti di riflessione vi attendono nel nuovo numero del “da BITONTO”, in edicola con, in allegato, una pubblicazione su Davide Delle Cese e uncd audio con le sue composizioni.