Uno scatto con Gianluigi Buffon. Per il bitontino Vincenzo Cozzella l’incontro col suo idolo di sempre

Il giovane portiere ha incrociato l’ex numero uno di Juventus e Nazionale: i due sono legati dall’avventura francese in questa stagione

Stampa l'articolo

L’incontro del proprio idolo di sempre, in una stagione da incorniciare per sempre.

Continua l’avventura francese di Vincenzo Cozzella, classe 2001, giovane portiere bitontino nato calcisticamente nella Polisportiva Bellavista, e che quest’anno è volato (nel vero senso della parola ma anche idealmente, visto il ruolo in campo) in Francia per difendere i pali della formazione “Primavera” del Montepellier, squadra della Ligue 1 francese.

Cozzella nei giorni scorsi ha incontrato il suo idolo, Gianluigi Buffon, che – strano gioco del destino – ha fatto lo stesso percorso di Vincenzo in questa stagione, trasferendosi dall’Italia alla Francia, con l’ex numero uno della Nazionale Italiana e della Juventus giunto a Parigi per difendere la porta del Paris Saint Germain, all’ombra della Tour Effeil.

Buffon prima e Perin dopo: sono loro gli idoli e i riferimenti di Cozzella. E l’incontro col primo è stato immortalato con uno scatto diffuso sui social, ripreso ovviamente dalla scuola calcio che per prima lo ha lanciato nel calcio che conta: la Polisportiva Bellavista, oggi USD Bitonto Calcio Bellavista. Poi il passaggio al Matera (dove difese la porta dell’under 15 per poi partecipare anche alla «Coppa Gaetano Scirea» under 16). A seguire, l’avventura per due stagioni con la maglia del Pescara e quest’anno il Montpellier in Francia.

Prima di valicare le Alpi, la partecipazione nel maggio scorso al Torneo internazionale «Lazio Cup» riservato alla categoria Allievi, dove ha indossato la prestigiosa maglia azzurra della B Italia allenata da Massimo Piscedda.

In Francia la carriera di Cozzella è diventata di carattere europeo ed internazionale: perché con la “Primavera” di uno dei club più storici della Ligue 1 francese, il portierino ha vissuto l’esperienza della “Youth League”, la principale competizione a livello europeo per le squadre “Primavera”, corrispondente in pratica di quella che è la Champions League per le prime squadre di club. Una vetrina affascinante e di grande responsabilità, nella quale Vincenzo può vantare una presenza da titolare, conclusa senza subire reti.

Questa prima stagione francese volge al termine, davanti a Cozzella altri due anni di contratto con il Montpellier. Per continuare a stupire e sognare, nel segno di Gianluigi Buffon, uno dei più grandi portieri di sempre nella storia del calcio.