Domenica sera, "Tracce d'amore e jazz" tra musica e solidarietà

Appuntamento al Cicciovizzo Jazz Club. Il ricavato della serata sarà devoluto all'Associazione Italiana Sindrome di Costello

Stampa l'articolo

La musica e l’arte da sempre sono state espressione più pura dei tormenti, delle meraviglie dolorose del cuore.

Ci sono dolori sordi, voci flebili perché bambine, che spesso vengono dimenticati dai più.

Stiamo parlando dei casi di persone affette dalla sindrome di Costello, malattia genetica rara descritta per la prima volta nel 1971 dal medico australiano Costello, da cui ne deriva il nome.

In letteratura sono pubblicati circa 250 casi, una trentina sono in tutto i casi italiani, maschi e femmine colpiti in ugual modo.

Il quadro clinico completo non è presente sin dalla nascita, si aggrava col passare del tempo:ritardo di accrescimento, ritardo psicomotorio, anomalie del viso, anomalie della cute, cardiopatia, alterazioni scheletriche e articolari.

Molto difficoltoso è affrontare la patologia per questo la scuola d’inglese Just British, il “da Bitonto” si sono adoperati per creare una serata di beneficenza domenica 19 maggio 2013.

Saranno ospitati dall’Associazione Culturale Cicciovizzo Jazz Club sita in Corte Latano – traversa via Comes (nei pressi dell’ormai ex ospedale, ndr), di cui è presidente il pediatra dott. Mario Logrieco.

L’evento avrà inizio alle ore 19.00 con una breve introduzione alla serata moderata dal direttore della testata “da Bitonto”, prof. Mario Sicolo, e con l’asta di un quadro dell’artista Sabrina di Giacomo, in mostra per l’evento.  

Alle 20.30si parte con un momento musicale davvero importante.

Lucio Miolla, dottore ortopedico di giorno presso l’ospedale S.Paolo di Bari e musicista di notte, delizierà la serata con le sue “Tracce…d’amore e jazz” con il suo quartetto composto dallo stesso Miolla (voce), Michele Campobasso (pianoforte), Vincenzo Maurogiovanni (basso elettrico), Alessandro Napolitano (batteria).

Al lavoro ha collaborato il noto jazzista Fabrizio Bosso.

«Il cd è frutto della mia passione di scrivere canzoni sin dall’età del liceo. I testi sono particolari, sentiti, frutto soprattutto del nostro amore e impegno che mettiamo in ogni ambito della nostra vita – con la stessa voce calda delle sue canzoni racconta il dottore -.

Questo? L’hobby di molti, che come me, si rifugiano nella musica, nell’arte per evitare di prendere antidepressivi vivendo ogni giorno con il dolore della gente.

Bitonto è una città a cui tengo molto per l’incastro che spesso offre ai rapporti interpersonali. Il fotografo Mimmo Ciocia, per esempio conosciuto per caso, ha realizzato la copertina del disco».

La quota minima di beneficienza per l’ingresso sarà di 5 € e, saranno apposti all’interno di un salvadanaio trasparente all’ingresso del Club che poi sarà aperto a Just British alla presenza di dieci persone.

Sarà reso noto il ricavato della serata con la pubblicazione della foto del versamento per l’Associazione Italiana Sindrome di Costello.

Si spera, per l’occasione, di trovare quanta più gente possibile, sensibile alla causa.

È gradita la prenotazione entro il 16 maggio 2013 al numero 0803323439