“FlataTùm”. Stasera, via alla sesta edizione con le Sound Girls

Start alle 19 al Teatro “Traetta” di Bitonto. Prima del concerto delle ragazze, dirette dal maestro Michele Consueto, una conferenza di presentazione

Stampa l'articolo

Al via da stasera “FlataTùm” 2021, il festival bandistico nazionale della città di Bitonto (BA).

Sabato 18 settembre nel Teatro “Traetta”, l’associazione musicale culturale “Davide delle Cese” “taglierà il nastro” della sesta edizione, incentrata come sempre sulla tradizione e sulla sperimentazione.

A presentare il programma della “quattro giorni” saranno, a partire dalle ore 19, i maestri Vito Vittorio Desantis, direttore artistico di “FlataTùm”, Salvatore Pirolo, esperto di tradizioni bandistiche, il dott. Mino Mincarone dell’associazione “Festa” e il maestro Cataldo Caputo, direttore artistico della rassegna musicale “A TUBO!” città di Corato.

Per la ripresa, dopo lo stop causato dalla pandemia da Covid-19, ci si affiderà alla forza delle donne.

Alle 20.30, infatti, saliranno sul palco del “Traetta”, le “Sound Girls”, una formazione tutta al femminile creata dal maestro Michele Consueto nel 2005.

Nei suoi anni da docente di clarinetto al Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari, Consueto ha assistito infatti alla crescente passione delle donne per la musica. Di qui l'idea di creare le “Clarinet Girls Ensemble & Friends” con le allieve della sua classe.

Il gruppo, composto da soli clarinetti e con una veste più operistica, riscosse però l'interesse di altre musiciste, che hanno voluto abbracciare il progetto.

Dopo alcune variazioni all'interno dell'organico e il cambio di denominazione, l'ensemble è attualmente formato da 16 artiste, la maggior parte delle quali provenienti proprio dal Conservatorio del capoluogo pugliese.

Oltre ai cinque clarinetti di Franca Chiarullo, Mimma Castellano, Luisa Malerba, Valeria Rucci, Lucia Malerba, infatti, troviamo il clarinetto basso di Anna Quarto, il flauto di Marilena Muschitiello, il sax di Isabella Amato, la chitarra di Mara Caragiulo, il violoncello di Betty Angiuli, le percussioni di Silvia Spagnoletta e Roberta Lovino, il pianoforte di Roberta Ostuni e la voce del soprano Mariangela Drimaco.

Per la prima serata di “FlataTùm”, le ragazze e il maestro Consueto proporranno un repertorio che, partendo da una base classica, percorre la storia dei record di incassi ai botteghini con le colonne sonore di famosi film come “Il Gladiatore” e “I Pirati dei Caraibi” di Hans Zimmer o “SisterAct” di Marc Shaiman; non tralascia le tradizioni della nostra Italia, proponendo suite di Nino Rota (“Amarcord”, “La dolce vita”, “8 ½”, “Il padrino”) e di Ennio Morricone (“C’era una volta in America”, “Il buono, il brutto e il cattivo”); per sbarcare infine in Argentina (“Libertango” e le milonghe di Astor Piazzolla).

La serata, tutta in “rosa”, è sostenuta dal centro antiviolenza “Io sono Mia”, impegnata nella lotta alla violenza di genere.

Alla causa sarà dedicato l’intero festival, che continuerà poi sino a martedì nel Chiostro del Seminario Vescovile di Bitonto.

Domenica protagonista il Gran Concerto Bandistico “D’Amato – Cardaropoli” città di Bracigliano (SA), diretto dal maestro cav. gr. uff. Carmine Santaniello. Lunedì sarà la volta invece della Fanfara dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, sezione di Altamura. Gran finale martedì con i Ferrandina Sax Quartet, e gli Swingati Bros.

Gli eventi sono tutti ad ingresso gratuito, ma con obbligo di prenotazione.

È ancora possibile riservare un posto, telefonando o inviando un messaggio whatsapp ai numeri 3475422371 o 3403171507, o inviando un’e-mail agli indirizzi info@dellecese.it o vvdesantis@dellecese.it.

In entrambi i casi, occorrerà fornire i propri dati anagrafici: nome, cognome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza.

Per accedere all’area concerto, sarà inoltre necessario esibire il green pass o il risultato del tampone con esito negativo, effettuato entro le 48 ore precedenti all’evento.