Formazione umana e spirituale dei confratelli delle arciconfraternite e confraternite bitontine

Mons. Alberto D’urso: “I confratelli sono una benedizione per la chiesa e per la città di Bitonto, perché testimoniano la fede con la devozione di pietà popolare”

Stampa l'articolo

Si è svolto domenica 11 marzo 2018 nel centro di spiritualità nell’Oasi di di Santa Maria di Cassano Murge (Bari) la formazione “umana-spirituale” dei confratelli e delle consorelle appartenenti ai Consigli di Amministrazione delle venerabili arciconfraternite e confraternite della chiesa bitontina, riportato nel Notiziario Diocesano organo di collegamento dell’arcidiocesi di Bari-Bitonto.

Mons. Alberto D’Urso vicario episcopale territoriale ha presieduto il ritiro spirituale dei confratelli coadiuvato da mons. Francesco Colucci protonotario apostolico, da don Carlo Colasuonno con l’animazione liturgica da parte delle Suore Carmelitane Scalze della SS. Trinità. Il vicario nell’omelia ha affermato: “Vi chiedo soprattutto di curare la vostra formazione umana-spirituale e di tendere alla santità, seguendo gli esempi di autentica perfezione cristiana, che non mancano nella storia delle confraternite, con la singolare molteplicità di carismi mediante l’evangelizzazione e la carità cristiana”.

Non a caso il ritiro spirituale e l’incontro di formazione dei confratelli coincide con la quaresima, tempo di meditazione, riflessione, silenzio e digiuno in preparazione alle prossime festività pasquali, con la solenne processione di Gala del Venerdì Santo organizzato con meticolosità dall’arciconfraternita di Maria SS. del Suffragio a cui partecipano tutte le confraternite bitontine in abito di rito confraternale e dall’arciconfraternita di Maria SS. del Rosario, che organizza con cura la solenne processione dei Misteri, con la presenza delle autorità religiose, civili e militari.

In questo contesto di formazione-spiritualità hanno partecipato i presidenti delle arciconfraternite e confraternite: prof. Giuseppe Cannito Immacolata Concezione, celeste Patrona di Bitonto, prof. Luigi Lauta Maria SS. del Suffragio, sig. Pasquale Cariello Maria SS. del Rosario, dott. Gaetano Frascella Cuore di Gesù, dott. Gerardo Pagone Maria SS. Annunziata, sig. Michele Naglieri Sant’Egidio, sig. Michele De Palo Santa Lucia, sig. Maurizio Defano Monte dei Morti della Misericordia e anche i rappresentanti dei membri dell’associazione di volontariato della confraternita Misericordia di Bitonto. La presenza di queste realtà confraternali testimoniano la fedeltà alla chiesa guidati evangelicamente dai padri spirituali, con una forte proposta alla propria coscienza morale-spirituale, che devono operare non solo con le parole, ma soprattutto con i fatti promuovendo forme di devozione di pietà popolare e opere di carità verso i poveri, che è l’obiettivo principale a cui devono tendere i confratelli e consorelle, per il bene comune nella città di Bitonto.

Al termine della giornata di formazione-spirituale mons. Francesco Colucci già vicario episcopale territoriale per ben tredici anni nella chiesa di Bitonto ha affermato; “Porto sempre con me il ricordo delle arciconfraternite e confraternite di Bitonto a cui sono molto legato, e ogni giorno tutti i confratelli bitontini vi porto nella preghiera. Siete una parte della mia vita”.