I.C. “Modugno-Rutigliano-Rogadeo", i piccoli studenti vincono il concorso “Matematica senza frontiere”

E presentano la prima edizione del giornalino scolastico dell’Istituto

Stampa l'articolo
La prima edizione del giornalino scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale “Modugno-Rutigliano-Rogadeo” di Bitonto è stato presentato ufficialmente nell’Auditorium l’11 giugno 2019 alla presenza del dirigente scolastico Michele Bonasia dell’assessore all’istruzione del Comune di Bitonto Angela Saracino dalla redazione giornalistica, dai docenti, dagli alunni e dalle famiglie (l’Auditorium era stracolmo di persone). Nel giornalino tra le tante attività didattiche scolastiche effettuate dai docenti e dagli alunni nell’anno scolastico 2018/2019 promossi da dirigente scolastico e approvati dal Collegio dei docenti, è stato riportato la sorprendente notizia della doppia vincita nel campo logistico matematico ottenuta con meritocrazia dagli alunni delle classi 1C e 1E della Scuola Secondaria Statale di Primo Grado “Rutigliano-Rogadeo” di Bitonto a livello Nazionale. E’ stata una competizione rivolta a tutti gli alunni delle scuole italiane, con la proposta di esercizi matematici complessi, che dovevano far riflettere e stimolare l’iniziativa agli alunni con un ragionamento logico matematico, cioè le competizioni degli esercizi di matematica non erano rivolte solo agli alunni più bravi, ma a tutta la classe, cos’ da avvicinare gli alunni alla disciplina di matematica con entusiasmo. Una grande soddisfazione degli alunni riguarda che sono stati guidati con competenza e professionalità dalle professoresse di matematica Lucia Gallo e Rosa Pantaleo, gli alunni hanno sostenuto la prova a livello Nazionale “MsF-Junior” costituita da vari esercizi complessi logici-matematici, classificandosi tra i migliori risultati nazionali nella competizione. E’ stato un lavoro di studio in perfetta sintonia, allo stesso modo con grande impegno e per finire divertendosi. Un alunno ha affermato: “Non è stato semplice elaborare gli esercizi matematici, in quanto le prove erano complesse, articolate ed impegnative, ma grazie al lavoro di equipe e alle nostre docenti, abbiamo risolto ogni esercizio con precisione e cooperazione". Inoltre gli alunni hanno sostenuto, che tra gli esercizi matematici quello più divertente sia stato “Una testa, due gobbe” eseguito in lingua straniera, mentre quello più complicato sia stato “Un buon incastro”, un esercizio che richiedeva la decodificazione di un codice per agenti segreti. Nella seconda decade del mese di maggio c’è stato il riconoscimento di meritocrazia alle classi 1C e 1E con la doppia vincita e la consegna dei premi nazionali cosi articolati: medaglie, t-shirt e targa. I docenti e gli alunni hanno condiviso con gioia ed entusiasmo la straordinaria vincita Nazionale tra le scuole italiane, dove il dirigente scolastico Michele Bonasia ha affermato: “L’impegno straordinario degli alunni nel svolgere il Concorso Nazionale per la risoluzione degli esercizi logistici-matematici ha avuto per gli alunni una valenza didattica, avendo come obiettivo non solo quello formativo, cioè rafforzare l’autostima, ma anche quello di acquisire una maggiore autonomia nel fare, nel comprendere, nel consolidare le conoscenze matematiche, anche grazie all’impegno professionale dei docenti”.