L'accademia Danza, Arte e Spettacolo in volo verso l'Isola che non c'è con "Peter Pan" | Foto

Grande successo lunedì per il musical degli allievi della scuola di Clelia Caiati. Novità di quest'anno la recitazione dal vivo

Stampa l'articolo

Niente polvere di fata, solo un paio di scarpette. Agli allievi dell’accademia DAS - Danze, Arte e Spettacolo basta solo questo per poter volare e per trascinare in un mondo di sogni centinaia di spettatori.

Lunedì scorso la scuola di danza di Clelia Caiati è tornata ad emozionare il pubblico dello Showville con il musical “Peter Pan”.

Solo ventiquattro giorni per studiare le coreografie e memorizzare le parti del saggio che, quest’anno, ha visto per la prima volta i ragazzi, preparati da Silvia Cuccovillo, recitare dal vivo.

L’accademia, dunque, alza ancor di più l’asticella, mostrando le tante qualità degli allievi, la cui bravura è riconosciuta ormai in tutta Italia e persino all’estero.

Anche nel 2018 i ballerini della DAS, infatti, si sono distinti in vari concorsi e hanno fatto incetta di premi e borse di studio per perfezionarsi con stage estivi. Per Karol Caiati e Stefania Morgese, in particolare, si sono aperte persino le porte dell’accademia BMICA (Bottaini Merlo International Center Of Arts) di Monaco di Baviera.

La prova del loro talento è stata fornita anche lunedì nel corso della serata, apertasi con il defilée sulle note delle “Quattro stagioni” di Vivaldi e con l’esibizione di alcune delle ballerine premiate.

È la viva voce del cantastorie (Cristina Acquafredda), poi, a catturare grandi e piccini presenti allo Showville per portarli insieme a Wendy (Karol Caiati) e le sue sorelle Gianna (Francesca Toscano) e Michela (Erica Depalo) sull’Isola che non c’è. Un luogo incantato con api (Pre-Primary), farfalle (Primary), fatine e rose (1° grado), stelline e coralli del mare (Preparatorio A), fiori (Preparatorio B), perle del mare (Preparatorio C), sirene e indiani (Preparatorio D).

È lì che risiede Peter Pan (Gabriele Deastis), con la sua amica Trilly (Irene Gasparre) e i bambini sperduti (Preparatorio B e C), ma anche il malvagio Capitan Uncino (Nicola Napoli).

Sarà proprio lui, insieme a Spugna (Biagio Sarubbo) e i suoi pirati (2° perfezionamento) ad ostacolare il ritorno da mamma (Flavia Sicolo) e papà (Biagio Sarubbo) di Wendy e le sue sorelle.

L’avventura della piccola però la porterà anche ad incontrare Giglio Tigrato (Rebecca Maria Pia Lauta), i capi dei bimbi sperduti (Chiara Teofilo e Alessia Sofia Mancazzo), il coccodrillo (Dalila Cuoccio), la moglie di Uncino (Tesiana Bitetto), la regina del mare (Stefania Morgese), la stella (Mara Maffei), la sirena (Monica Pastoressa), il fiore (Sara Ricci) e la farfalla (Ilaria Dellapigna).

Al termine del musical, spazio poi alla danza moderna e contemporanea con “Let’s dance”. Oltre che le coreografie “Faded” e “Hajanal”, premiate al concorso nazionale “I love dance” di Salerno, i ragazzi, allievi di Fabrizio Natalicchio e Vinz Granieri, hanno potuto presentare tante esibizioni, tra cui una coreografia di Sagi Gross.

Sul palco i ragazzi del 1° e 2° perfezionamento di contemporaneo, del 1° grado, 1° e 2° perfezionamento e preparatorio A, B, C e D di moderno, e gli hip hop kids, children e junior.

Ad impreziosire la serata le scenografie di Gaetano Caiati, i costumi di Harmony by stelle di Angelo Rana, il service audio luci Light Track Service di Sante D’Orazio e le videoproiezioni di Nico Alfonso. Indispensabile poi l’apporto della direttrice amministrativa dell’accademia, Rita Nacci.

La galleria