Libero Cinema in Libera Terra fa tappa a Bitonto

Sabato al Palazzo del Comune il Festival Internazionale di cinema itinerante contro le mafie

Stampa l'articolo

Sabato 29 giugno alle ore 21 l'atrio del Palazzo del Comune ospiterà la prima delle due tappe pugliesi della carovana di “Libero Cinema in Libera Terra”, il festival cinematografico itinerante che mira a dimostrare il forte impatto comunicativo del connubio tra Cinema e Legalità.

Dopo l’esperienza positiva dello scorso anno, dunque, Bitonto si conferma protagonista di questo progetto, ormai giunto all’ottava edizione, e promosso da Cinemovel Foundation (presieduta dal regista Ettore Scola) e da Libera, l’associazione fondata da don Luigi Ciotti, impegnata nella lotta alle mafie e nella promozione della  legalità e della giustizia.

Il programma dell’edizione 2013 del Festival comprende una selezione di titoli che affrontano varie tematiche: dalla lotta per la legalità e contro il crimine organizzato alla difesa dei diritti umani e il sostegno ai valori morali e sociali che ispirano le legislazioni più avanzate. 

Il tour, partito il 18 giugno,  prevede 21 date con tappe in luoghi simbolo della lotta alla criminalità. La sede del Parlamento europeo, che ha patrocinato l’evento, ha ospitato la prima tappa del tour, inaugurato con la proiezione de L’intervallo di Leonardo Di Costanzo.

A Bitonto sabato sera è prevista, invece, la proiezione del film Bellas Mariposas (2012) di Salvatore Mereu, viaggio nella periferia semideserta e sottoproletaria di Cagliari, tra palazzoni ingombranti e la spiaggia, ma anche nei desideri, provocazioni e ammiccamenti sessuali e negli ombrosi spaccati familiari di due adolescenti.

«Salutiamo con piacere il ritorno della carovana di Libero Cinema in Libera Terra – commenta l’assessore alla Legalità del Comune di Bitonto Rino Mangini - Dopo l’esperienza dello scorso luglio, la città di Bitonto è nuovamente parte di un progetto internazionale, di un festival cinematografico sui  generis che elegge il cinema a strumento pedagogico-educativo per formare ed educare la cittadinanza alla cultura della legalità».

«La scelta di Cinemovel Foundation e Libera – aggiunge il Sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio – è in linea di con l’impegno per la legalità di questa Amministrazione, recentemente segnalata come ente locale per le migliori prassi amministrative a favore della legalità in occasione dell’istituzione del Premio nazionale intitolato a Pio La Torre. Noi crediamo che l’arte nelle sue varie forme sia un efficace antidoto contro l’illegalità, e soprattutto le armi migliori al servizio di una società civile che ha voglia di riappropriarsi dei propri spazi, sottraendoli alla criminalità e alla sopraffazione».

Il festival, dopo Bitonto, sarà a Brindisi  il 30 giugno per un’altra tappa del suo itinerario, che si concluderà a Parigi il 3 ottobre con la proiezione de La nave dolce alla presenza del regista Daniele Vicari.

L’ingresso all’evento è gratuito, il programma completo del festival Libero Cinema in Libera Terra è disponibile sul sito www.cinemovel.tv.