Marco Di Nunno e gli Stip’ Ca Groove in corsa per il Concertone del Primo Maggio a Roma

La band è tra i 9 finalisti del contest 1M NEXT 2016, ideato e prodotto da iCompany e Ruvido Produzioni

Stampa l'articolo

Siamo in semifinale per il Primo Maggio a Roma”.
Non riesce a contenere la felicità Marco Di Nunno, cantante bitontino voce del gruppo Stip’ Ca Groove.

D’altronde, l’emozione provata ieri non si vive certamente tutti i giorni: la sua band potrebbe infatti salire sul palco del Concertone 2016.

Le sonorità della band barese, oscillanti dal funk alla spymusic, sulle quali si innestano rap e venature rock, hanno convinto il popolo di facebook e la giuria di qualità del 1M NEXT 2016.

Già qualche mese fa, tra tutti gli artisti iscritti al contest, ideato e prodotto da iCompany e Ruvido Produzioni, 1M NEXT ha selezionato solo 100 artisti e band per accedere alla gara vera e propria.

Dal 22 marzo al 4 aprile, i talenti scelti sono stati sottoposti alla valutazione e al voto della giuria popolare via web e di quella di qualità composta da importanti figure del panorama musicale, tra cui Massimo Cotto, Massimo Bonelli, Carlo Martelli, Carlo Massarini, Luisa Melis, Riccardo Sinigallia e Maria Cristina Zoppa.

Grazie alle 2584 interazioni (tra like, commenti e condivisioni) su facebook e alla media voti del 7,42 della commissione artistica, 9 progetti, tra cui gli Stip’ Ca Groove, hanno centrato l’accesso alle esibizioni dal vivo.

A fine aprile, Marco insieme al bitontino Nicola Cozzella (Sax Tenore), a Giuliano Logos De Santis (MC), Giacomo Catacchio (Voce), Donny Balice (Tromba), Marco Cassano (Trombone), Alessandro Scelsi (Chitarra), Andrea Damiani (Tastiere), Mario Coccioli (Basso), Giuseppe Antonacci (Batteria), raggiungerà il Contestaccio, uno dei più importanti pub della capitale per cercare di convincere la giuria e rientrare tra i 3 artisti che si esibiranno il Primo Maggio in Piazza San Giovanni a Roma.

Il vincitore assoluto del Contest verrà proclamato durante l’evento ed avrà la possibilità di avviare una stretta collaborazione con l’organizzazione del Primo Maggio per avviare un importante percorso di crescita e visibilità.

Vi promettiamo che faremo l'impossibile per raggiungere quel palco che all'inizio sembrava così distante – commenta su facebook la band barese -. Noi siamo carichi come non mai e ce la giocheremo fino all'ultimo!”.

 “Questa prima gioia la dedichiamo a tutti quelli che credono in noi e ci supportano costantemente”.