“Musica in... crescendo”, l’esibizione finale dei ragazzi dell’I.C. Modugno-Rutigliano-Rogadeo.

E così le sette note hanno compiuto ancora una volta la loro magia

Stampa l'articolo
Il 6 giugno presso il Teatro Traetta la musica ha compiuto ancora la sua magia: ha donato felicità e benessere a ragazzi, genitori, insegnanti, rappresentanti delle istituzioni locali. L’esibizione finale di un anno scolastico che con difficoltà ha cercato di riprendere un corso normale, è cominciata con tutti gli studenti riuniti sul palco per eseguire “L’inno alla gioia” di Ludwig Van Beethoven. Un grande pianoforte a coda sullo sfondo del palco ha creato la giusta scenografia per un’orchestra davvero speciale: un gruppetto di ragazzi che ha suonato la chitarra, un altro che ha suonato il clarinetto, un altro ancora il violino. E così si sono esibiti uno alla volta i pianisti con brani noti e inediti della professoressa Francesca Modugno, poi a seguire i discenti degli altri strumenti singolarmente ed in gruppo. Il suono, che dolcemente si elevava nello spazio sovrastante la platea, si è mescolato alle emozioni di ogni piccolo musicista. A guidare gli allievi in questo percorso durato pochi mesi con dei risultati incredibili i docenti: prof. Dario Cappiello per il violino, prof. Giuseppe De Michele per il clarinetto, prof.ssa Francesca Modugno per il pianoforte e prof. Giuseppe Teofilo per la chitarra. La direttrice e l’anima di questa meravigliosa esibizione è stata la professoressa di musica Elena Perrone. Un ringraziamento al prof. Cosimo Lovascio che ha collaborato alla realizzazione dell’evento. A condurre la serata la prof.ssa Rita Dimundo Vice Preside della scuola secondaria che ha coinvolto il pubblico con la sua eleganza e simpatia comunicando concetti molto importanti e cioè che che i vari corsi musicali tenutisi nella scuola hanno assolto ad un grandissimo ruolo culturale e sociale, impegnando gli studenti in attività di crescita ed evoluzione a discapito di altre attività diseducative e distruttive. Non potevano mancare i saluti istituzionali del sindaco Michele Abbaticchio, di Emanuele Dimundo Direttore artistico del BeatOnto Jazz Festival e di Beppe Granieri Direttore artistico del Bitonto Blues Festival. Entusiasta e orgoglioso il Preside dell’ istituto comprensivo prof. Michele Bonasia che ha illustrato i vari progetti artistici in atto, i diversi premi conseguiti e gli obiettivi futuri della “sua” scuola che considera come una grande famiglia. Gli ingredienti ci sono tutti per una scuola che possa formare, che possa insegnare, che possa appassionare e far crescere. Ed è stato proprio questo lo slogan della serata: “Io cresco con la musica”.