"Nessuno ti chiama per nome". Domani la presentazione con Tommaso Occhiogrosso

Appuntamento alle 18.30 alla Libreria del Teatro

Stampa l'articolo

Sarà presentato venerdì 13 settembre presso la Libreria del Teatro (Largo Teatro, 6) di Bitonto (Ba) il nuovo romanzo di Tommaso Occhiogrosso dal titolo “Nessuno ti chiama per nome” (Les Flaneurs Edizioni). A dialogare con l’autore sarà il titolare della Libreria del Teatro Gianluca Rossiello. L’evento è a ingresso libero ed avrà inizio alle ore 18.30.

Carmine è un ragazzino intelligente e sensibile, diverso da tutti i suoi coetanei e dalla gran parte degli adulti di sua conoscenza. Mentre i compagni passano l’estate a scorrazzare in bici per le strade di Oria, lui ama disegnare, soprattutto volti, rendendoli migliori e “più veri” su carta. Quello dell’appuntato Carbone, per esempio, lo intriga al punto da piazzarsi ogni giorno nella caserma dei carabinieri con la scusa di una bicicletta rubata, per coglierne le innumerevoli sfumature. È lì che, una mattina, un uomo va a denunciare la scomparsa della figlia Sashi, trovan­dosi davanti l’aria di sufficienza del maresciallo Biase. Carmine segue l’istinto e, con lo scarso aiu­to dell’italiano stentato di questo padre in lacrime, realizza un ritratto che viene affisso in paese. Ma a nessuno interessano davvero le sorti di una zingara. Solo a lui, che la prende tanto a cuore da portare avanti un’indagine in solitaria per ritrovarla, compiendo nel frattempo un percorso che lo allontana dai pregiudizi dei grandi e lo rende più simile all’uomo che vuole diventare.

Tommaso Occhiogrosso (Bari, 1978). Nel 2010 pubblica il romanzo Ad un passo da me a cui segue nel 2011 L’uomo senza specchio e cravatta. Nel 2013 inizia la collaborazione con David&Matthaus, con la quale pubblicherà Matrioske, Come una cosa e l’altra, L’abito non fa il morto e Metà carne, metà ricordo.